musica degli astronauti

Si chiama Wakeup Song Contest il concorso organizzato dalla Nasa per permettere a tutti gli utenti online di scegliere la musica degli astronauti che parteciperanno alle prossime missioni spaziali

L’uso della musica degli astronauti per tenere alto il morale in missioni spaziali risale almeno al Programma Apollo, quando gli astronauti di ritorno dalla luna venivano rasserenati dai loro colleghi alla base di controllo con canti popolari che sembravano appropriati per l’occasione. Successivamente i brani da portare in missione sono stati scelti da amici, familiari, colleghi, controllori di volo e dagli stessi membri dell’equipaggio. Nelle playlist, per dare un pò di calore “terrestre”, oltre a musica di tutti i generi musicali – dal rock, country, classica, jazz e bluegrass, ai cori e alle canzoni per bambini provenienti dai paesi di membri dell’equipaggio internazionale – solitamente vengono inseriti anche dialoghi di film o di spettacoli televisivi. Lo scopo è promuovere un senso di cameratismo e di spirito di corpo tra gli astronauti e il personale di supporto a terra.

Per questo la Nasa non ha mai voluto intervenire sulle scelte della musica degli astronauti e ora ha deciso di affidarsi ad un concorso online. Alla pagina songcontest.nasa.gov chi lo desidera può inviare le sue preferenze, ma non solo. E’ anche possibile proporre un brano originale: i primi classificati alle selezioni iniziali saranno poi pubblicati online sul sito per essere votati dal pubblico. Quanto alle preferenze sui brani da utilizzare in missione spaziale ad essere sinceri gli internauti per ora non spiccano in fantasia, affidando il loro anelito di viaggiatori nello spazio infinito… ad un immaginario da telefilm visti in televisione. Basta vedere che per ora al primo posto della hit spaziale provvisoria c’è la colonna sonora di Star Trek seguita da Magic Carpet Ride, Blue Sky, Countdown, Over the Rainbow… insomma la fantasia non manca.