occhi uomo folle

Dal mondo della musica un metodo naturale che consente di prevenire e affrontare stati di stress, insonnia e sonnolenza diurna, ansia, depressione, panico e difficoltà di concentrazione. Si chiama Music of the brain ed è stato ideato qualche decennio fa da un gruppo di scienziati russi e ricercatori italiani.

Il metodo consiste nell’ascoltare, registrare e riprodurre su cd la musica emessa dalle nostre onde cerebrali. Le frequenze bioelettriche del cervello compongono infatti una sorta di spartito musicale strettamente personale che, se ascoltato in determinati momenti, è capace di riequilibrare la mente della persona che soffre principalmente di insonnia. Gli aspetti terapeutici della musica non sono una novità. La percezione della musica ha riflessi sul sistema neurovegetativo, condiziona l’umore e lo stato di benessere. Ogni strumento musicale ha effetti differenti; si è riscontrato, ad esempio, come il pianoforte sia lo strumento più affine all’organismo e alla mente umana così come ogni nota vibra in risonanza con particolari parti del corpo.

Ma in questo caso è proprio l’idea di “catturare” la musica della mente che fa la differenza. Nel 2002 l’Università di Healty di Toronto Canada, ha confermato l’efficacia del metodo, così come viene adottato in diverse cliniche francesi e negli Stati Uniti è considerato uno dei nuovi metodi per la cura del sonno e dello stress. Attualmente viene sperimentato in Italia presso l’ospedale di maternità Mecedonio Melloni di Milano per verificarne l’efficacia sulle future mamme.