Udito a rischio per la nuova generazione di Mp3 dipendenti: ulteriori conferme arrivano da una nuova ricerca inglese. Ancora una volta si pone l’accento sul pericolo di un progressivo peggioramento dell’udito dovuto all’ascolto di musica ad alto volume, ovunque e per tutto il giorno, con le cuffie dei lettori mp3 portatili.

Quante volte è capitato di ascoltare, per caso, dal vicino la musica attraverso le sue cuffie? I risultati parlano chiaro: su un campione di 1000 giovani, il 14 per cento (tra i 16 ed i 34 anni) hanno affermato di usare iPod e compagnia per 28 ore a settimana, ma uno su tre lamenta il fastidioso ronzio alle orecchie (segno di problemi di udito). Inoltre, dato forse più allarmante è che il 40 per cento degli intervistati non è consapevole del rischio-udito legato ad un uso scorretto delle tanto gettonate cuffiette, per non parlare del 28 per cento che ha inoltre dichiarato di andare almeno una volta a settimana in pub ediscoteche con musica altissima. Sono cattive abitudini che sembrano non avere importanza… forse perchè i risultati non sono immediatamente evidenti, ma ci sono, assicurano i medici esperti.

Il valore di riferimento sono i 105 decibel, considerati una soglia di rumore pericolosa per l’udito, se la fonte acustica persiste per oltre 15 minuti. Per avere un’idea basta pensare che una normale conversazione si assesta su soglie di 60 decibel, l’assordante traffico cittadino intorno agli 85 decibel. Attenzione quindi, hanno concluso gli esperti, perchè la musica alta nel lettore MP3 tocca soglie pericolose di 112 decibel. Il consiglio è di applicare la regola del “60-60”: mai ascoltare musica con le cuffiette a un volume superiore al 60% del volume massimo possibile, e mai per più di 60 minuti per volta.