mozart e salieri cantata

Un nuovo brano di Mozart scritto a tre mani con Salieri e un altro musicista sconosciuto di nome Cornetti, rimasto nei cassetti per più di 200 anni, è stato scoperto dal Museo della Musica Ceco. Si intitola Per la Ricuperata Salute di Offelia. Ecco il video della prima esecuzione

La storia ha rappresentato il grande compositore austriaco Wolfgang Amadeus Mozart e Antonio Salieri come acerrimi nemici, un rapporto basato su invidie e gelosie che trovano conferma nel film Amadeus dal regista Miloš Forman, che riprende le ipotesi del drammaturgo inglese Peter Shaffer e ipotizza come causa della morte di Mozart un avvelenamento. In realtà si tratta di una storia mai confermata e anzi sembra piuttosto che i due musicisti si stimassero ed ebbero anche occasione di collaborare nel corso della loro vita.

Lo dimostrerebbe lo spartito rinvenuto in questi giorni dal National Music Museum di Praga. Intitolato Per la Ricuperata Salute di Offelia, una brano composto nel 1785 su libretto del poeta di corte di Vienna Lorenzo Da Ponte, che sembra essere stato scritto a tre mani da Mozart, Salieri e Cornetti (compositore ai più sconosciuto o più probabilmente uno pseudonimo) in onore del ritorno sul palco di Nancy Storace, un soprano inglese che viveva a Vienna e che per un breve periodo aveva perduto la voce.

Il nuovo brano composto da Mozart e Salieri definito come una cantata ovvero come un insieme di arie, recitativi e brani musicali tipica della musica barocca, pur essendo stato scoperto solo oggi e convalidato con decisione dal musicologo e compositore tedesco Timo Jouko Herrmann, è stato acquisito dal museo nel 1949 e si compone di tre parti: una prima scritta da Salieri in stile pastorale, una seconda scritta da Mozart con un ritmo più incalzante, e una terza di Cornetti ancora in stile più pastorale.

Secondo Herrmann non solo si tratta di un pezzo originale, ma il ritrovamento è anche la dimostrazione dell’esistenza di un rapporto molto amichevole e collaborativo tra i due compositori. Ulrich Leisinger, uno dei massimi esperti di Mozart e direttore del Dipartimento di Ricerca della Fondazione Internazionale Mozarteum di Salisburgo, ha dichiarato che la scoperta se confermata sarebbe di notevole interesse. Se è vero che negli ultimi decenni sono stati scoperti alcuni pezzi di Mozart, l’ultimo ritrovamento di uno spartito del periodo di Vienna di Mozart risale al 1906.

Ecco il video della prima rappresentazione davanti ad pubblico di giornalisti di questa nuova cantata di Mozart e Salieri. La suona dopo 200 anni il musicista ceco Lukas Vendl.