Moto europee: storia principali marche

Panoramica delle principali marche di moto europee presenti sul mercato: dalla tedesca Bmw all’inglese Triumph passando dalla spagnola Derbi fino alla svedese Husqvarna. Una storia di passione, stile, design e velocità

Gli appassionati di moto di ogni epoca conoscono bene le principali marche di moto europee che hanno una fama che si tramanda da padre in figlio, sia che si tratti di una nuova Bmw o di una vecchia Zündapp. Il mercato europeo di motocicli e scooter è da sempre attendo ai prodotti costruiti direttamente in Europa, con tendenze e preferenze che cambiano con il passare degli anni anche per gli stessi motociclisti nostrani.

C’è stato un’epoca in cui possedere e guidare una Moto Guzzi italiana era il massimo per qualsiasi appassionato italiano. Poi sono arrivati i marchi stranieri di moto europee e infine le grandi marche giapponesi. Il mercato cambia anche in virtù di scelte economiche, ma oltre alle caratteristiche, al design e ai prezzi dei nuovi modelli, conta molto la comunicazione e la percezione del marchio tra la gente. Le gare di motociclismo servono anche a questo.

Prime moto costruite in Europa

I marchi di moto europee hanno un ruolo fondamentale nella storia anche perchè la prima bicicletta a motore fu inventata proprio da un francese. Ernest Michaux, figlio di Pierre, inventore della bicicletta, fu il primo ad ad aggiungere un motore a vapore alle due ruote. Seguirono alcuni tentativi con motori a carbone dell’americano Sylvester H. Roper, ma nel 1885 furono ancora due europei, i tedeschi Gottlieb Daimler e Wilhelm Maybach, a produrre la prima motocicletta con motore a scoppio a benzina.

Nel 1895 l’azienda tedesca Hildebrand & Wolfmüller fu la prima al mondo a mettere sul mercato un modello di motocicletta che però non ebbe molto successo e chiuse nel 1919. Nello stesso anno sempre in Germania venne fondata la DKW, mentre nel 1931 l’azienda inglese Royal Enfield realizzò un modello monocilindrico che ebbe un buon successo, seguita dalle famose Triumph che spopolarono nel dopo guerra. Negli anni ’60 con l’ingresso dei marchi giapponesi cambiò ancora tutto e molte marche di moto europee ed italiane si unirono o vennero acquisite da grandi gruppi.

Marche moto europee

Quello che segue è un elenco di case motociclistiche europee storiche di prestigio riconosciute in tutto il mondo a partire dal XX secolo. Nei siti ufficiali si possono trovare tutte le novità del mercato e le schede tecniche dei modelli preferiti dai motociclisti tedeschi, inglesi, francesi e spagnoli.

Triumph Con oltre 100 anni di storia alle spalle, le moto Triumph sono ancora oggi prodotte nel cuore della Gran Bretagna e ne rappresentano la passione unite all’eleganza e allo stile inglese

Bmw Una folta schiera di appassionati ama questo marchio tedesco nato nel 1916 e il rumore del suo motore boxer a 2 cilindri contrapposti, le sue imponenti ed eleganti moto da strada e fuoristrada ideali per mototurismo

Peugeot motocycles Casa francese nota ai più per le automobili, produce una gamma di scooter e moto fuoristrada fino alla media cilindrata che riscontrano un buon successo tra i giovani di ogni paese

Husqvarna Le origini di questo marca svedese risalgono al lontano 1903. Ora le sue moto hanno un posto di prestigio nell’olimpo dei motori, in particola nelle competizioni sportive di motocross, enduro, dual purpose, supermotard, mini bike e del motociclismo ‘all terrain’

Ktm Azienda austriaca costruttrice di motocicli e biciclette nota ai più per gli importanti risultati nelle competizioni sportive Supermotard, Dakar, Enduro e ora presente nei campionati 125 e 25

Derbi E’ una casa produttrice spagnola di motorini, moto, supermotard di piccola e media cilindrata dalla lunga storia legata alla Piaggio

Jawa E’ uno dei maggiori produttori di moto dei paesi dell’est europeo. Nata nel 1929, ha una storia di tutto rispetto e i suoi modelli di media e grande cilindrata sono stati apprezzati anche dai motociclisti italiani

Zündapp Famosa casa motociclistica tedesca, ha prodotto moto dal 1917 al 1984. Oggi non è più presente sul mercato. Il sito è dedicato ai nostalgici di questo marchio