Yamaha al Motor Show di Tokio con due nuovi concept di moto elettriche dimostra di volere fare sul serio nello sviluppo della mobilità alternativa: una moto elettrica Yamaha da trial fuoristrada e una sportiva che promette prestazioni eccezionali al solo suono del vento

Non siamo tra quelli che impazziscono nel vedere dei mezzi motorizzati circolare sulle strade di montagna: non c’è niente di peggio per appassionati di trekking impegnati su percorsi di montagna, siano essi sentieri o forestali, dover respirare i gas di scarico di un’auto o sentire il rumore di una moto. Ma anche qui, come si stanno diffondendo mountain bike con pedalata assistita dotate di motorino elettrico e quindi rispettose della natura, è auspicabile il diffondersi di mezzi elettrici, magari anche per chi deve affrontare forestali e strade di montagna tutti i giorni per lavoro.

Fa parte di questa categoria uno dei due concept di moto elettriche PES2 e PED2 che Yamaha presenta al Tokyo Motor Show. In particolare la PED2 come si vede nel video sopra è una moto elettrica Yamaha da trial sviluppata dalla azienda giapponese sul tema del rispetto della natura. Grazie ad un propulsore elettrico dotato di una tecnologia avanzata, il controllo della coppia di questa moto risulta molto facile anche a velocità basse, mentre l’unico rumore avvertito su strada è il ronzio del motore, tanto che per Yamaha con questa moto si apriranno nuove prospettive di guida sia per semplici amanti della natura e della vita all’aria aperta, piuttosto che per esperti di fotografia naturale, esplorazioni e birdwatching.

L’altra moto elettrica Yamaha da corsa PES2 invece è una vera moto sportiva da strada dalle prestazioni eccezionali al solo suono del vento. Dotata di due ruote motrici, che secondo l’azienda assicura una tenuta di strada davvero mai riscontrata su nessuna un altra moto, questa moto elettrica è un veicolo sperimentale che servirà come base per una nuova generazione di mezzi tutti da sviluppare. Insomma il futuro, silenzioso, è segnato. O così speriamo.