“Mosè e Arnold: Schönberg e la composizione con dodici note” è un’opera che esplora l’innovativa vita e carriera di un compositore pioniere della dodecafonia che ha trasformato radicalmente il mondo della musica colta del XX secolo

“Mosè e Arnold: Schönberg e la composizione con dodici note” è un’opera che vuole trasmettere la grandezza e la complessità della visione artistica di Schönberg, offrendo al lettore una comprensione profonda e sfumata del suo contributo rivoluzionario alla musica. Questo libro non è solo una biografia, ma un viaggio affascinante nel mondo di un pioniere musicale il cui impatto continua a risuonare nel nostro tempo.

Il titolo stesso, “Mosè e Arnold”, è emblematico del dualismo tra tradizione e avanguardia, un tema che attraversa tutta la vita e l’opera del compositore. Paragonato a Mosè, Schönberg (1874-1951) è ritratto come un leader e visionario, in grado di guidare la musica verso nuove frontiere. Questa analogia è particolarmente significativa nell’analisi del capolavoro “Moses und Aron”, dove Mosè, portatore di una verità incommunicabile, rappresenta il dilemma dell’artista che lotta per trasmettere la propria visione in un mondo che spesso fraintende o distorce il suo messaggio.

Anna Galliano offre un’analisi dettagliata del percorso artistico di Schönberg, incentrandosi sullo sviluppo e la perfezione della dodecafonia, il sistema che ha ridefinito la composizione musicale dell’epoca come risposta alle sue esigenze artistiche e morali. Questo sistema innovativo abbandona la tradizionale gerarchia della musica tonale, trattando tutte le note della scala cromatica con pari importanza, e viene esplorato in dettaglio attraverso esempi tratti dalle opere più significative del compositore.

La spiegazione tecnica è resa accessibile anche ai lettori meno esperti, grazie alla chiarezza dell’autore nel presentare i concetti complessi della teoria musicale. L’opera non si limita a un’analisi tecnica della musica di Schönberg, ma offre un quadro vivace del contesto storico e culturale in cui il compositore ha vissuto e lavorato. Un periodo di grande fermento intellettuale, artistico e cosiale, che ha influenzato profondamente la visione creativa del musicista.

La figura di Schönberg emerge con grande umanità, rivelando non solo il genio musicale ma anche l’uomo dietro le innovazioni. Le sue lotte personali, le incertezze e l’incrollabile dedizione alla sua arte ne fanno un ritratto completo e affascinante. L’autore riesce a trasmettere la grandezza e la complessità della visione artistica di Schönberg, offrendo una comprensione profonda del contributo rivoluzionario di un pioniere musicale il cui impatto continua a risuonare nella musica contemporanea.


IN LIBRERIA

Titolo: Mosè e Arnold: Schönberg e la composizione con dodici note
Autore: Anna Galliano
Editore: Cartman


Articolo precedenteLee Morgan: la vita e il suo tempo
Articolo successivoDaniel Barenboim: la musica è un tutto
Autore: Fulvio Binetti
Fulvio Binetti è un editore online, fondatore di Bintmusic.it, musicista, produttore e esperto di comunicazione digitale. Da oltre tre decenni collabora con le principali realtà del campo audiovisivo, discografico ed editoriale, dove si è distinto nella produzione di canzoni e colonne sonore per tv, radio, moda, web ed eventi. In qualità di blogger, condivide approfondimenti su musica, cultura e lifestyle. Per saperne di più leggi la biografia o segui i suoi profili social.