moda donna

Rigore formale e sobrietà in generale sembrano guidare il look della donna impegnata tra il casual e l’elegante. Idee e trend della nuova stagione

Sulle passerelle milanesi sono sfilate centinaia di modelle per presentare le collezioni create da grandi stilisti di alta moda. Difficile stabilire un trend dominante, ogni creativo, si sa, ha un proprio stile personale, ma è interessante scoprire come la ricerca della comodità e della linearità delle forme senza orpelli abbia avuto un ruolo dominante.L’eleganza naturale domina nella collezione di Giorgio Armani che si ispira alla sabbia con abiti leggeri che avvolgono la donna mentre è il colore blu in tutte le sue gradazioni a dominare per Emporio Armani che insieme a Bottega Veneta che persegue uno stile elegante e informale con qualche spunto particolare. Punta sulla precisione rigorosa del taglio Jil Sanders, con abiti e accessori essenziali, puliti concedendo comunque spazio al un certo tipo di femminilità. Persino Donatella Versace adotta uno stile essenziale, insieme a Mila Schon e Genny.

Se puntiamo sul gusto vintage è d’obbligo citare la collezione di Roberto Cavalli con capi anni Settanta decisamente hippie tra simboli della pace e colori accesi, mentre Salvatore Ferragamo adotta la maglieria per sottolineare una sensualità che ricorda gli anni Quaranta con linee rigorose e fluide senza dimenticare il gioco di contrasti con gli accessori. Certo c’è poi chi esagera, come Moschino capace di portare sulle passerelle lo stile della famosa Barbie con vestitini e accessori decisamente appariscenti. E cosa dire della collezione di Dolce Gabbana? Il clima è sempre quello giocato sulla seduzione tra i contrasti di materiali e colori tra pizzi e merletti… quest’anno di chiara ispirazione spagnola.