cartello sostenibilità

La ricerca non si ferma e ogni giorno si assiste alla presentazioni di nuove tecnologie e servizi per una mobilità a zero impatto sull’ambiente. Inutile dire che ormai non si può più ignorare il problema dell’inquinamento atmosferico, pena la nostra stessa sopravvivenza sul Pianeta.

La temperatura sulla Terra aumenta ogni anno e tra 30 anni cosa accadrà? Le previsioni per il prossimo futuro non sono confortevoli, purtroppo, ma qualche segnale positivo inizia a farsi strada proprio per quanto riguarda la mobilità sostenibile con nuove soluzioni tecnologiche per automobili, biciclette e motorini alimentati con energia elettrica, non a caso la fondazione Rockefeller ha deciso di spostare i propri investimenti verso le energie rinnovabili.

Ma quali sono i Paesi che inquinano di più? Stati Uniti e la Cina guidano la classifica insieme all’India che sembra proiettata verso un investimento massiccio nelle energie rinnovabili nel campo dell’energia solare mentre l’Indonesia ha finalmente stanziato fondi per contrastare lo smog e soprattutto gli incendi boschivi. Una politica di mero risparmio energetico sarebbe sufficiente?

Intanto l’innovazione è sorprendente, il problema sono i costi ancora troppo elevati che frenano il mercato. Qualche esempio? Il nuovissimo e-scooter Moveo che nasconde tanti pregi: oltre 35 chilometri di autonomia, velocità di circa 45 chilometri all’ora e 1 ora per la ricarica elettrica, con in più la sicurezza di averlo sempre con sè… si piega e si trasforma in una comoda valigia da viaggio neanche troppo pesante, visto che la struttura è in legno.

Per quanto riguarda le auto elettriche la novità si è spostata dal consumo energetico delle singole auto all’ottimizzazione del percorso studiato da un software in grado di calcolare il tragitto più economico in termini di consumo di elettricità, cercando di evitare il traffico e ancora discese, salite e altri dettagli tecnici che poi fanno la differenza. Si chiama ‘eco-routing’ ed è stato brevettato da un gruppo di ricercatori dell’Università della California.