migliori aziende dove lavorare

Potendo scegliere quali sarebbero le migliori aziende dove lavorare perchè offrono maggiori opportunità di carriera, uno stipendio elevato e magari un ambiente di lavoro piacevole? Ecco la speciale classifica

Viviamo in tempi in cui molte persone non possono certo permettersi di scegliere o solo pensare alle migliori aziende dove lavorare, piuttosto spesso faticano a trovare un lavoro qualsiasi. Ma se esistesse una lampada di Aladino per esaudire i desideri dei professionisti, quale sarebbe il nome di queste ambite società?

Ai tempi di internet diventa facile stabilire connessioni tra desideri e realtà. Qualche anno fa aveva iniziato tempo fa la società di consulenza Glassdoor a stilare una lista dei 50 Best Places to Work. Parlando di mondi a tutti noti, in testa alla classifica delle migliori aziende dove lavorare stilata dagli stessi dipendenti in forma anonima c’era Facebook. A detta degli stessi dipendenti era una azienda che credeva davvero in una missione: rendere il mondo più aperto e connesso. A distanza di qualche anno possiamo giudicare se ciò è accaduto davvero. Di certo Facebook è una delle società più ricche al mondo e lavorarci non deve essere poi così male.

Ma forse, piuttosto che interpellare solo i dipendenti, per controllare lo stato delle aziende è necessario fare qualche ricerca in più. Tanto che, interpretando i dati in modo più scientifico, Facebook non rientra nemmeno nella nuova classifica delle migliori aziende dove lavorare. Lo dicono le analisi di Greatpplacetowork, un partner di Fortune, magazine internazionale di economia e business, diventando una sorta di certificato di garanzia delle eccellenze dei luoghi di lavoro, ambito dalle stesse aziende per attrarre i migliori talenti.

Parametri considerati in classifica

Prima di vedere la classifica delle migliori aziende dove lavorare è bene chiarire quali siano i parametri considerati. Forse stipendi alti e possibilità di fare carriera? Anche, ma non solo. I migliori ambienti di lavoro curano tutti gli aspetti della vita professionale e umana dei propri dipendenti. Tengono al benessere dei lavoratori e sono meritocratici, ovvero offrono le giuste opportunità a chi si impegna e ha capacità, riconoscendo responsabilità e meriti. In più offrono sostegno alle famiglie perchè i dipendenti possano vivere sereni anche nella vita privata.

Elenco aziende premiate

Alla fine sono uscite 25 aziende di tutto il mondo tra grandi multinazionali con oltre 200mila dipendenti e piccole società con meno di 6.200 addetti scelte tra vari settori come tecnologia, produzione, ospitalità, servizi finanziari e servizi professionali. Ecco le prime tre classificate, segue la lista completa.

1. Google

In prima posizione c’è Google, inutile spiegare di cosa si occupa. Nella sede di Mountain View, in California, ci sono tre centri benessere e un enorme complesso sportivo con una pista di hockey, campi da basket, bocce, calcio. Nel mondo ha un totale di oltre 56mila dipendenti che possono anche disporre di massaggi gratis. Tra le ragioni della soddisfazione il fatto di lavorare in un luogo unico capace di stimolare tutti e comprendere ogni esigenza anche fuori dagli orari di lavoro.

2. SAS Institute

Una società con sedi in 140 paesi e oltre 14mila dipendenti che si occupa di Information Technology creando software per analisi di ogni tipo. I dipendenti la descrivono come una vera comunità accogliente, interconnessa e solidale, capace di interessarsi realmente al benessere di chi ci lavora.

3. WLGore & Associates

E’ una società con oltre 10mila dipendenti che si occupa dello sviluppo di materiali derivati dalla plastica, conosciuta in tutto il mondo per avere sviluppato i tessuti in Gore-Tex. La serenità dei lavoratori sembra essere al primo posto sia a livello personale che professionale, con una grande interazione tra le varie figure professionali.

4. Dell EMC
6. NetApp
7. Adecco Group
8. Autodesk
9. Belcorp
10. Falabella
11. Hyatt Hotels
12. Mars
13. Accor Business & Leisure
14. Cisco
15. Cadence
16. Atento
17. Hilton Worldwide
18. Scotiabank
19. Diageo
20. S. C. Johnson & Son
21. Ernst & Young
22. Adobe Systems
23. Monsanto
24. 3M
25. American Express