mercato editoriale libri

I dati dell’Associazione italiana editori parlano chiaro, le vendite di libri continuano a diminuire, ma il nuovo mercato editoriale si prospetta ricco di novità e di interessanti prospettive per il futuro

Il mercato editoriale è in piena trasformazione, gli addetti ai lavori sono impegnati a rivedere e ricreare le regole tradizionali in rapporto al mondo del digitale che avanza e si internazionalizza sempre più. Come fare per promuovere la lettura? Partire dal principio, nelle scuole e nelle biblioteche con letture capaci di coinvolgere i giovani anche attraverso manifestazioni ed eventi creati su misura per divertire alla lettura anche attingendo al supporto digitale.

Si cerca insomma di guardare al di là dei dati negativi del mercato editoriale: se diminuisce il bacino dei lettori, le copie vendute e le pubblicazioni cartacee, dall’altra parte si registra un aumento dei piccoli editori indipendenti attenti a fornire un prodotto di qualità in uno specifico settore. Inoltre cresce il mercato dell’e-book. Una cosa è certa, è il concetto di lettura che si modifica insieme al libro con l’avanzata delle nuove tecnologie e non resta che seguire la sua evoluzione avendo ben chiaro la sua funzione.

Che cos’è un libro e a che cosa serve? Una domanda semplice dalle mille risposte, ognuno può sbizzarrirsi a trovare la propria definizione, se una definizione esiste. E’ come una magia, si legge e si vola in un’altra dimensione entrando nella vita di altre persone. Cosa c’è di più entusiasmante che il perdersi in un libro? Certo serve la voglia di lasciarsi andare, di dimenticare il tempo che passa e di fare un poco di fatica almeno all’inizio.. forse è quello che allontana tanti potenziali lettori?

Oppure il fatto che sul mercato editoriale sia difficile trovare titoli di qualità per una lettura piacevole? Troppa scelta e difficoltà di trovare il preferito.. Il consiglio è di sondare le collane delle nuove case editrici di nicchia che offrono un oggetto libro di qualità sia dal punto di vista estetico sia di quello del contenuto… come dire che anche l’occhio vuole la sua parte in attesa che chi si occupa di e-book fornisca una valida alternativa. E se tutto questo non basta, provate a pensare a quanto possa fare bene alla salute leggere un buon libro.