mangiare sano fuori casa

E’ possibile mangiare sano fuori casa pur scegliendo fast food e take away? In realtà esistono molte alternative per chi deve organizzare un pranzo o una cena veloce e leggera: indipendentemente dall’origine dei piatti basta scegliere cibi semplici e cucinati senza grassi

Cercare di mangiare sano con stile di vita frenetico non sempre è possibile. Quasi mai c’è il tempo necessario per organizzare un pranzo o una cena equilibrata. Così molte volte la comodità ha il sopravvento: take away e fast food si trasformano in un’abitudine.

Ma quali sono i cibi da preferire se si decide di mangiare sano fuori casa tra take away e fast food? Diverse sono le possibilità da valutare a seconda del tipo di cucina: giapponese, cinese, vegetariano, indiano, greco, pasta & pizza, bistrot, hamburger.

Il mercato della ristorazione offre molte possibilità, meglio conoscere gli ingredienti di ogni piatto. Come fare? Per essere sicuri di non sbagliare meglio scegliere piatti il meno elaborati possibile, senza salse e intingoli, non fritti, facendo attenzione alle porzioni e alle bevande.

Giapponese, cosa mangiare

La scelta di sushi e sashimi di provata qualità è da preferire una volta o al massimo due la settimana senza dimenticare che il tonno e il pesce spada sono ricchi di mercurio: si tratta comunque di pesce crudo ricco di proteine e di grassi buoni, quindi di per sé sano a patto che non si esageri con le porzioni e il condimento (la salsa di soia è ricca di sodio).

Hamburger, scegliere il fast food

Il classico hamburger di carne è accettabile a patto che non sia ricoperto con salse varie (il ketchup in piccole dosi è l’unico da salvare) o peggio ancora con del formaggio fuso che fa salire le calorie e rallenta la digestione. Dimenticate le patatine associate e le bevande gassate ricche di zucchero. L’alternativa dell’hamburger vegetariano non è certo meglio anche a livello calorico e tra ingredienti vari (vegetali e formaggio insieme a surrogati di tofu e seitan), salsine a base di panna, cottura con grassi e patatine… di sano rimane ben poco.

Indiano, take away pranzo veloce

Piatti a base di pollo, gamberi e verdura sono da preferire al manzo o agnello sicuramente più grassi insieme al riso Pilaf spesso fritto e gli abbinamenti delle verdure, carni e pesce con il curry. Il pollo tandoori con riso bollito e salsa raita preparata con yogurt, cetrioli, cavolo bianco può essere un valido esempio di menù sano. Per mangiare sano fuori casa anche le classiche lenticchie sono da considerare nei loro numerosi abbinamenti, tipico è il dahl rice (riso e lenticchie gialle) così come il paneer (formaggio non fermentato magro) accompagnato da anacardi e uvetta. Via libera al riso basmati e a quello bollito.

Cinese, piatti da scegliere

Ordinare e fermarsi a un solo piatto è il consiglio basilare, spesso si tende a provarne di più e a esagerare inutilmente con involtini primavera, nuvole di drago come patatine fritte al gusto di gambero e salse agrodolci. Meglio scegliere piatti cotti al vapore con riso e verdure insieme a pesce stando ben attenti al fritto che si insidia in molti preparazioni e ai condimenti. Zenzero e peperoncino sono ammessi insieme alle insalate fresche da preparare al momento.

Pasta e pizza scelta sempre valida

Volete mangiare sano fuori casa in modo tradizionale? Un piatto di pasta condito con pomodoro fresco e un goccio di olio e magari qualche aroma tipo origano, basilico o peperoncino è una valida alternativa ai sughi a base di panna e burro. Per la pizza, preferire quella sottile, la più piccola possibile con poca mozzarella e condimento e tante verdure fresche (la rucola è da preferire) o grigliate (no sottolio). La classica margherita è comunque da preferire

Greco, i piatti più leggeri

Attenzione alle falafel, sono fritte ed è meglio non esagerare… così come la mousakka tipo parmigiana ricchi di grassi e humus a base di ceci molto conditi, meglio dirigersi verso pesce o agnello magro cotti alla griglia e insalate fresche da condire con limone e pepe. Un gustoso mangiare sano fuori casa alternativo è la pita, tipo pane arabo, da riempire e gustare con il classico tzatziki, una salsa a base di yogurt, cetriolo e aglio.

Vegetariano sempre scelta più sana?

Il pensiero che per mangiare sano fuori casa il vegetariano sia necessariamente la scelta migliore è da sfatare: ci sono preparazioni e piatti ricchi di grassi che si nascondono in formaggi, uova, salsine e ripieni utilizzati per diverse preparazioni per poi essere fritti più volte nello stesso olio. Meglio scegliere nel menù i piatti del giorno consigliati dallo chef cercando di abbinare legumi come lenticchie e ceci a pasta e cereali conditi con olio extravergine di oliva, zuppe di cereali e insalate di stagione.