mamme single per scelta

Aumentano le donne che fanno famiglia a sè, mamme single per scelta che decidono di avere figli anche senza partner e soprattutto si mantengono da sole, senza aiuto di nessuno, tanto meno del marito che il più delle volte si ritrova disoccupato o con un reddito inferiore

Il fenomeno è cominciato alcuni anni fa in America ma ora riguarda di certo anche le famiglie dei paesi europei e gli italiani. Secondo uno studio pubblicato tempo fa dal Pew Research Center, esperto nel misurare i trend sociali e demografici, negli ultimi anni il 40% delle famiglie americane con figli fino a 18 anni sono formate da mamme single per scelta, che sono anche l’unica fonte esclusiva o prioritaria di sostentamento. Erano l’11% nel 1960.

Un altro risultato sorprendente è che mentre il 63% sono ragazze madri, il 37% delle donne sono mamme sposate che percepiscono un reddito più elevato dei mariti, specialmente tra i bianchi, le coppie più anziane e quelle con istruzione universitaria. D’altronde se guardiamo cosa pensa l’opinione pubblica americana, circa la metà degli intervistati sostiene che per i bambini è meglio che a casa ci sia la mamma e non il padre.

Lo stesso discorso vale per la tenuta del matrimonio, c’è gente ancora propensa a pensare al suo disfacimento se la donna lavora e passa meno tempo in famiglia. Morale? Esiste un’ambivalenza di opinioni verso i ruoli tradizionali, anche se resta il dato incontrovertibile che segna un trend a cui tutti prima o poi dovranno abituarsi, anche perchè nel frattempo non solo le donne lavorano e si emancipano economicamente e socialmente, ma stanno aumentano anche i casi di mamme single che hanno un bambino direttamente grazie alla scienza, senza bisogno di incontrare un partner.

I dati provengono dall’Inghilterra, dove le mamme single per scelta che portano avanti una gravidanza da sole, grazie alla inseminazione artificiale da donatori sconosciuti, è più che raddoppiato negli ultimi dieci anni e ora rappresentano almeno il dieci per cento dei pazienti che si rivolgono alle cliniche specializzate per problemi di infertilità. Alcune neo mamme che decidono di intraprendere questo percorso sono molto giovani, altre sono donne in carriera che si sono pentite di avere focalizzato troppo la vita sul lavoro e non vogliono aspettare che sia troppo tardi prima che si presenti l’uomo giusto.