Ragazza fa make up agli occhi

Imparare a realizzare un buon make up occhi può donare classe e naturalezza ed è sinonimo di cura personale. Tecniche e tutorial per valorizzare lo sguardo affinando i lineamenti e vivificando il volto con ciglia e sopracciglia

Creare un make up per occhi rifinito sin nei minimi particolari aiuta ad esaltare bellezza e sicurezza sul lavoro e nella vita in generale. Le donne hanno un ruolo sempre più importante nella società e tutto serve a valorizzare la propria personalità a partire dalla cura dell’aspetto fisico. Per essere eleganti e quindi truccarsi con sobrietà, occorre possedere una certa conoscenza di nozioni basilari che dare mo in questa breve guida.

Gli occhi rappresentano forse il punto di maggior attrazione del corpo: la donna fonda sulla loro bellezza la costruzione del fascino e magari anche dell’eleganza. Ecco perchè diventa fondamentale non appesantire i propri lineamenti ma esaltarne la bellezza o renderli pregevoli se presentano difetti che non possono essere eliminati. Meglio non sopprimere la spontaneità di espressione del volto con un trucco troppo spinto, ma elevarla al massimo livello estetico.

Make up occhi e sopracciglia

Nel make up per occhi in particolare le sopracciglia hanno una funzione estetica molto precisa: possono rendere un’espressione più intensa ed armonizzare un volto. Secondo la regina del make up per occhi Anastasia Soare, che ha fatto fortuna modellando gli occhi di star ricche e famose, il segreto è tutta questione di geometrie con regole da rispettare in 5 mosse: definire, spazzolare, riempire, illuminare e fissare. Per definire si disegna con un arco più scuro la linea. In generale la linea delle sopracciglia deve seguire in modo approssimativo la curva della palpebra superiore.

Si spazzola per modellare e si riempono gli spazi con la matita. Il ritocco viene fatto verso l’alto per aprire maggiormente l’occhio. L’uso della matita del colore più simile serve ad allungare, riempire e scurire dove necessario. Per illuminare basta disegnare un piccolo aco sotto l’ala esterna, mentre un gel fissante consente di mantenere la forma per tutta la giornata. Le spazzolature quotidiane con un morbido spazzolino aiutano a togliere eventuali residui di trucco e ravvivare la peluria.

Per le ciglia invece applicazioni di oli nutrienti come il germe di grano si rivelano benefici rinforzanti. E cosa dire delle ciglia finte? Questo artificio ha la proprietà di rendere più belli gli occhi ingrandendoli ed allungandoli. Ce ne sono di vario tipo, quelle più pratiche sono da ritagliare tenendo conto della lunghezza del proprio occhio. Le misure vanno prese in modo che siano più corte di quelle naturali, bisogna lasciare spazio dal condotto lacrimale. Quindi applicare la colla sulle stesse aspettando qualche minuto e tenendo premendo qualche secondo. La pratica è l’unica maestra.

Curare le sopracciglia

Sopracciglia folte e marcate definiscono l’espressività di un volto e la sensualità di uno sguardo, mentre ciglia lunghe e voluminose giocano da sempre un ruolo fondamentale. Qualche esempio? Da Frida Kahlo a Cara Delevingne, la giovane famosa modella e attrice che vanta uno splendido sguardo incorniciato da folte sopracciglia. Come averle folte? Prima di tutto occorre individuare la tipologia di viso a cui si appartiene e procedere a un lavoro di sfoltimento o riempimento. La parola d’ordine è armonia: sempre e comunque bisogna stare attenti a non esagerare, pianificando con l’estetista la buona riuscita.

Basta una matita e un ombretto e scegliere il colore che più si adatta alla propria carnagione e capelli ma anche osare in occasione di una serata particolare dove l’effetto sopracciglia si faccia davvero notare. Via libera alle sopracciglia folte che sembrano naturali, lievemente truccate che sempre e comunque seguano la forma originale. Qualche accorgimento? Meglio utilizzare la matita creata appositamente per rinfoltire mentre se si decide di diradare le sopracciglia è bene munirsi di una pinzetta e procedere togliendone una alla volta facendo sempre attenzione all’armonia generale. Per finire un tocco di gel trasparente per fissare il make up è da preferire.

Complice il desiderio di avere uno sguardo perfetto che ha contagiato molte donne e uomini e se proprio la natura o il trucco non basta a farle folte, esiste l’alternativa del trapianto di sopracciglia. Una moda cominciata in Inghilterra e Usa, la semplice operazione di rinfoltimento delle ciglia e sopracciglia si è ora diffusa anche in Italia. Il procedimento è simile a quello dei capelli: si prelevano una trentina di follicoli piliferi dalla nuca e si trasferiscono nelle zone interessate dove potranno crescere e rinfoltire ciò che rimane delle naturali ciglia e sopracciglia. Il resto è affidato alle mani della persona che dovrà occuparsi di curarle quotidianamente. Sicuramente può esaltare un viso, rendere al meglio un sorriso per sfoggiare uno sguardo perfetto.

Make up occhi giorno e sera

Di giorno le sopracciglia possono essere ritoccate con una pinzetta e poi con la matita. Per le ciglia si può usare il mascara da stendere con moderazione a partire dalla base verso l’esterno. In questo modo l’occhio appare più grande e lungo. Il complemento per il trucco agli occhi è l’ombretto per le palpebre di colore molto tenue o incolore. Se non viene fatto alla perfezione il trucco rischia di appesantire il volto, di invecchiarlo ed, a volte, anche di involgarirlo.

Sulle palpebre, alla base delle ciglia si potrà tracciare una linea che segua la curvatura dell’occhio con una matita o con l’uso di un eyeliner. La linea si può tracciare sia sulla palpebra inferiore che superiore sempre in coincidenza con l’attaccatura delle ciglia e può variare per lunghezza, spessore e direzione (più o meno prolungata verso l’esterno, verso l’alto o il basso). L’adozione dell’eyeliner è infatti capace di far apparire più lungo e più grande l’occhio ed eventualmente nascondere alcune imperfezioni.

Per la sera l’ombretto per le palpebre diventa essenziale per fare brillare lo sguardo e può modificare eventuali difetti degli occhi troppo piccoli, lontani, rotondi, vicini, infossati, sporgenti. Può essere in polvere, bastoncino, cremoso e liquido. Il primo si applica molto facilmente, dà all’occhio un gradevole tono di luminosità ed è adatto soprattutto per pelli grasse. Quello in bastoncino è più comodo da usare, si passa direttamente sulle palpebre, sfumandolo quanto necessario. Infine l’ombretto di tipo cremoso si può applicare con le dita o un pennello largo e piatto, è adatto per pelli secche.

Quali colori prediligere?

Se alla sera un leggero tocco con un ombretto color oro o argento darà una straordinaria lucentezza allo sguardo, i consigli per la scelta del colore del make upo per occhi sono dettati dal buon senso e buon gusto che ogni singola donna deve seguire in base alle proprie esigenze e caratteristiche fisiche. Anche se in realtà non ci sono regole e ognuno segue il proprio stile, esistono comunque delle indicazioni di massima:

  • Per occhi azzurri Mascara blu Savoia. Ombretti azzurro chiaro, grigio chiaro e argento. Matita sopracciglia griglia o blu
  • Occhi verdi Mascara verde o nero. Ombretti verde della tonalità che meglio si abbina al colore della pelle, grigio chiaro e argento. Matita nera o grigia
  • Occhi neri Mascara verde o nero. Ombretti viola chiaro, verde chiaro, azzurro scuro (se il colore della pelle è scura), grigio chiaro, argento. Matita nera
  • Occhi marroni Mascara verde o marrone. Ombretti verde chiaro e viola chiaro per chi ha la pelle chiara, verde smeraldo, azzurro e viola chiaro per un colorito più scuro. Grigio chiaro e argento va bene per entrambe

Avere occhi belli e sani

Indipendentemente dalla bravura nel realizzare il proprio make up, l’occhio è delicato e necessita innumerevoli attenzioni: occhi sani e curati con il massimo scrupolo sono indispensabili per realizzare un make up invidiabile. Lo sapevano bene le donne e gli uomini dell’antico Egitto abituati a truccarsi gli occhi ogni giorno con preparati a base minerali e sostanze grasse naturali: il kohl o kajal, una specie di polvere a base di un minerale nero, la galena, veniva applicato ai bordi dell’occhio anche come protezione solare, dalla sabbia e vento.

Arrossamenti, ingiallimenti della parte bianca, palpebre gonfie, borse sotto gli occhi e zampe da gallina da curarsi anche con un’alimentazione ricca di vitamine. Da evitare veglie prolungate e ambienti troppo illuminati mentre per decongestionante gli occhi stanchi e irritati sono utili spruzzature o compresse fredde a base di acqua borica o infusi di piante curative (camomilla, fiordaliso, tè). Coppette per bagni oculari si rivelano efficaci per utilizzi periodici e all’occorrenza.

Per la bellezza degli occhi esistono semplici esercizi che se eseguiti con continuità nella massima delicatezza possono apportare benefici indiscutibili. Si tratta di movimenti da farsi in qualsiasi momento della giornata, almeno una volta, per evitare arrossamenti, congiuntiviti e persino difetti della vista (affaticamento con il lavoro e lo studio come causa scatenante). Alzare lo sguardo da ciò che si sta leggendo e fissare un punto distante e quindi aprire e chiudere gli occhi per una decina di volte. Ogni tanto far roteare gli occhi da sinistra a destra e da destra a sinistra, ripetendo l’esercizio alcune volte. Infine chiudere gli occhi, appoggiandovi sopra il palmo delle mani senza premere e con un lievissimo movimento far scorrere le mani dal centro verso l’esterno sempre con delicatezza.