Una macchina fotografica che lascia la possibilità di scegliere messa a fuoco e inquadratura dopo lo scatto, si chiama Lytro e si presenta a metà come una reflex digitale e un’arma spaziale.

Siamo passati dalla pellicola alle macchine digitali fino agli smartphone che scattano fotografie sempre più belle. E per il futuro? A produrre la Lytro Illum è un ricercatore che lavora al progetto dal 2006. Il primo modello in commercio è comparso nel 2012 dopo che nel 2011 è stata nominata dal Time una delle 50 migliori invenzioni del 2011. Cosa fa di così particolare? Lascia al fotografo la libertà di scegliere come trattare la fotografia successivamente allo scatto.

Detto così non fa molto effetto, ma se provate con l’esempio qui sotto si capiscono tutte le potenzialità del sistema che per qualcuno potrebbe addirittura rivoluzionare il mondo della fotografia e cambiare il modo in cui pensiamo le immagini dopo quasi due secoli di storia, specie quando arriverà un modello più economico degli attuali 1599 dollari. Facendo clic su un punto dell’immagine cambiate la messa a fuoco, con un doppio clic ingrandite un particolare e tenendo premuto il tasto sinistro del mouse e strisciando sulla foto cambiate prospettiva.