Rockstar suona in concerto

Le rockstar da decenni sul mercato andranno mai in pensione? Non ci pensano nemmeno a discapito dei giovani musicisti e dei nuovi talenti che cercano di scalare le classifiche o di farsi conoscere dal grande pubblico

Quando è arrivato alla soglia dei 60 anni Vasco Rossi aveva manifestato l’intenzione di dimettersi da rockstar per raggiunti limiti di età pur continuando a fare musica e dischi. Meritorio in un paese dove non si dimette mai nessuno, ma i numerosissimi fans di Vasco Rossi non vogliono sentire parlare di dimissioni del loro mito e per farlo desistere dall’intenzione hanno scatenato un serrato confronto con le carte d’identità di altre star della musica che ad appendere il microfono al chiodo non ci pensano nemmeno…

Senza arrivare al caso degli Zimmers, noti anche come bisnonni del rock, ovvero un gruppo inglese con una età media di 78 anni con punte minime e massime di 69 e 100 anni, effettivamente il panorama musicale internazionale è pieno di allegri ultra 60enni che cavalcano i palchi con energia entusiasmando ancora folle oceaniche. Un punto quest’ultimo non trascurabile: vista la difficoltà di imporre su un mercato nuovi talenti, diventa certo più facile vendere al botteghino i biglietti di nomi storici della musica rock. Poco importa l’età, se hanno ancora qualcosa da dire o se ai loro concerti va in onda un amarcord del passato. Tanto la musica è anche fatta di ricordi… e che ricordi!

Paul McCartney dei Beatles ad esempio è nato nel 1942, ovvero è sulla soglia dei 70anni. Mick Jagger degli Stones è nato il 26 luglio 1943 e a quasi 68 anni saltella sul palco come un ragazzino mentre a settembre uscirà un suo nuovo progetto. Paul Simon, che con Art Garfunkel ha fatto la storia della musica americana, quest’anno compirà 70 anni e i suoi concerti sono ancora strapieni. Bruce Springsteen è del 1949 e a 62 anni suona sempre per tre ore filate negli stadi sold out di tutto il mondo procurando anche qualche grattacapo agli organizzatori…

Bob Dylan, che finalmente è riuscito a suonare anche in Cina, è nato il 24 maggio 1941 e quindi ha già passato la soglia dei 70. Tra gli altri over 60 c’è Roger Waters nato nel 1943, Eric Clapton nel 1945, Iggy Pop nel 1947, Lou Reed del 1942, Robert Plant dei Led Zeppelin del 1948, Sting del 1951, John Mayall del 1933 e ancora Phil Collins (60 anni), Joe Cocker (67), Pete Townshend (66), Ringo Starr (70)…

Insomma la lista dei vecchietti del rock è lunga, e anche se non si dovrebbe dire l’età delle donne, tra loro c’è chi ad andare in pensione non ci pensa proprio. Tina Turner è del 1939 e a 72 anni si agita sul palco come fosse una ragazzina, Cher è del 1946, Patti Smith del 1946 e Annie Lennox del 1954. E gli artisti italiani come se la cavano con l’anagrafe? Beh non andiamo male: oltre i 60 c’è Claudio Baglioni nato nel 1951 come Francesco De Gregori; Lucio Dalla è del 1943, Renato Zero del 1950, Antonello Venditti del 1949 e via così fino a Gino Paoli del 1934. Fateci caso, tutti questi nomi hanno raggiunto il successo e l’apice della carriera 30 o 40 anni fa, quando ancora si vendevano i dischi e da lì non li ha tolti più nessuno. Eh già, io sono ancora qua… ma i giovani dove sono?