libri antistress

I libri antistress da colorare sono un modo divertente per abbandonare i pensieri negativi e concentrarsi su colori e forme. Dedicarsi alla creatività fa ritrovare la serenità e ritornare bambini, specialmente se con un giusto sottofondo musicale

I libri antistress si trovano in commercio con il nome di Colour Therapy Book: ma cosa sono e a chi sono rivolti? Anche se a prima vista sembrano solo libri per bambini, si tratta di libri da colorare destinati agli adulti. Una tendenza editoriale nata in Francia che a poco a poco si è allargata a tutta l’Europa. Si tratta di pubblicazioni tematiche illustrate che stimolano la creatività: basta avere a disposizione qualche pastello colorato e la voglia di abbandonarsi alla fantasia, magari ascoltando un giusto sottofondo musicale.

D’altronde è risaputo che lo stress è la causa diretta di molte malattie, mentre appassionarsi all’arte aiuta a ritrovare il benessere. Ma contro il logorio della vita moderna non esiste solo la pittura e il disegno, ma c’è anche una musica antistress. Cosa ascoltare per ritrovare la pace? Uno studio pubblicato sulla rivista “Heart” alcuni anni fa sosteneva che, più che lo stile dei brani ascoltati, sia importante il tempo e il ritmo. In questo articolo parleremo di libri antistress ma anche dei brani migliori per ritrovare la calma.

Come funzionano libri antistress?

Sui libri antistress ci sono disegni di giardini fioriti, animali, paesaggi e situazioni diverse più o meno intricate. Tutte forme create da professionisti per soddisfare il gusto di chiunque voglia sperimentare i Colour Therapy Book come pausa liberatoria che magari allontani dagli smartphone e da qualsiasi forma di connettività con la vita moderna. Ognuno può dirigersi verso le pagine che più rispecchiano il proprio stato d’animo del momento: dal rosso intenso, al giallo canarino secondo i toni più caldi, freddi e complementari dei vari colori a cui si associano le figure da colorare e le pagine dedicate allo scarabocchio liberatorio dalle forme più disparate.

  • Non serve saper disegnare: tutti possono improvvisarsi artisti del colore e delle infinite forme, serve solo lasciarsi andare e seguire lo stato d’animo del momento, magari con il sottofondo di una musica rilassante in un luogo tranquillo
  • Non ci sono regole o istruzioni complicate da seguire: colorare entro le righe o fuori, partire dalla pagina del colore per poi dirigersi in quella degli scarabocchi.
  • Non è una terapia: Tutto è concesso anche perchè disegnare è un hobby come tanti altri, aiuta a svagare e stimola la mente, allena la creatività. I libri antistress possono essere utilizzati come supporto in un percorso di consapevolezza con la guida di un’esperto di Arteterapia.

Perchè colorare allontana l’ansia

Per rispondere a questa domanda meglio indagare sulle proprietà dei colori e sul rapporto che hanno con la nostra percezione. Il colore è semplicemente luce dalle lunghezze d’onda diverse, ogni colorazione ha una sua particolare frequenza ed energia che può influenzare reazioni chimiche ed emozioni all’interno del nostro corpo. E’ stato scoperto che la luce rossa accelera la circolazione sanguigna e la luce azzurra ha un effetto calmante.

E’ risaputo che tutti i colori possono avere una funzione diversa e favorire le energie in associazione con un diverso stato d’animo. Senza entrare nei particolari tecnici di terapie complementari che utilizzano la forza del coloro come ad esempio la Cromoterapia e la stessa Colour Therapy che risale a migliaia di anni fa, è risaputo che tutti i colori possono avere una funzione diversa e favorire le energie in associazione con un diverso stato d’animo.

  • Rosso Caldo e magnetico, favorisce la vitalità e l’energia
  • Giallo Stimola le capacità intellettive e la concentrazione
  • Arancione Contro la tristezza e l’angoscia esprime gioia e vita
  • Blu Calma e rilassa, favorisce la comunicazione
  • Verde Riequilibra ed è legato alla natura come armonia
  • Viola Si posiziona tra il rosso e il blu. Onore e speranza lo accompagnano
  • Nero Poco usato per il suo legame con l’oscurità e il pessimismo
  • Grigio Neutralità per un colore che non sprizza di certo vitalità
  • Marrone Voglia di stabilità e di forti legami, combatte l’egoismo

Colour Therapy Book e Mandala

Se poi al colore si aggiungono motivi ritmici geometrici che si ripetono, disegni stravaganti, linee vorticose, arabeschi dalle forme naturaliste straordinarie che definiscono leoni dalle folte criniere, ballerine agghindate di gioielli e ricche città orientali che aspettano solo di essere colorati, ecco che i libri antistress diventano un momento di svago come un’esperienza positiva e rilassante.

Lontano dai significati complessi che la pratica dei Mandala rimanda, le figure che compaiono sui libri antistress si avvicinano alle figure geometriche simboliche adottate dal buddismo e non solo. Dal cerchio, quella principale, fino alle spirali e quadrati si soprappongono, in un intreccio che crea figure più complesse. Il risultato è catturare l’attenzione e invitare alla pratica. Adottare le modalità giocose dei bambini non può certo far male: un libro colorato non risolverà tutti i problemi ma potrà farci ritrovare un pò di benessere.

Migliore musica antistress

Sul fatto che ascoltare buona musica antistress sia importante per il nostro benessere e il mantenimento della salute mentale e fisica non ci sono dubbi. Negli ultimi anni sono state fatte molte ricerche che lo dimostrano. Ma c’è di più. Non solo i suoni possono aiutare a prevenire malattie cardiache e colpi apoplettici o facilitare i movimenti nei pazienti con disturbi neurologici. Possono anche migliorare le prestazioni nello sport e persino aumentare la produzione di latte da parte nelle mucche.

A sostegno di questa tesi l’Università di Pavia in collaborazione con l’Università di Oxford ha effettuato anche un esperimento su 24 giovani volontari a cui sono stati monitorati diversi aspetti fisiologici come respirazione e circolazione, prima, durante e dopo l’ascolto. Il test prevedeva che ad ogni partecipante venissero fatti ascoltare in ordine casuale spezzoni di brani dal differente genere musicale. Dal Raga (musica classica indiana), fino classica (Beethoven, Vivaldi) passando dal pop (Red Hot Chili Peppers), techno music e perfino la musica dodecafonica.

Si è così scoperto che le canzoni con ritmi più lenti e pause sono unae vera musica antistress. In particolar modo l’effetto più eclatante si ottiene su chi suona già uno strumento da almeno sette anni. Evidentemente più sensibili ed educati ai suoni, al contrario degli altri che non avevano ricevuto alcun tipo di istruzione musicale.

Canzone più rilassante

Più recentemente un gruppo di neuroscienziati del Mindlab International si sono posti la stessa domanda con l’obiettivo di stilare una classifica della migliore musica antistress. Per indurre una sensazione stressante, ai partecipanti è stato fatto risolvere un rompicapo mentre venivano misurate pressione sanguigna, respirazione, attività cerebrale e frequenza cardiaca con diversi sottofondi musicali.

Meglio di Mozart, Enja e Adele, la canzone migliore è risultata Weightless, del trio inglese Marconi Union. Un brano strumentale che secondo i ricercatori può ridurre l’ansia e la sensazione di paura addirittura del 65 %. L’unica controindicazione è che induce sonnolenza, quindi non ascoltatela in auto. Invece se volete scoprire la migliore playlist per i viaggi in automobile, leggete questo articolo.

Adulti all’asilo antistress

Se nemmeno i libri antistress e la musica riuscisse a calmarvi, non rimane che tornare bambini, perchè negli asilo nido per adulti si torna bambini a tutti gli effetti. Dall’abbigliamento al comportamento, fino alle attività e ai giochi con cure e attenzioni tipiche del poppante. Sembra uno scherzo ma è pura realtà, complice il successo negli Stati Uniti, a New York, il sistema è pronto ad arrivare in Italia. La scuola per adulti bambini con tanto di attività di intrattenimento a prezzi esorbitanti si chiama Preschool Mastermind.

Imprenditori, manager e dirigenti si mettono il pannolone e fanno la nanna in un letto con sbarre e cuccio consolatorio. Oppure seguono un percorso di arte terapia. E diventano artisti anche solo per un giorno. Meglio regredire per un pò allo stato di bambino, quando tutto sembrava più semplice. Farsi coccolare, giocare, concentrarsi sul presente e sentirsi liberi di esprimere se stessi in ogni momento. Addio a pregiudizi e paure di non farcela o di essere giudicati. Gli esperti sostengono che la regressione aiuta a combattere stress e ansia.

I baby adulti vengono trattati come veri bambini è utile ricordarlo. La magia dura un solo giorno, con la possibilità di ripetere l’esperienza nel tempo. Gioco e divertimento sono gli unici pensieri ammessi nell’asilo nido per adulti, il resto non esiste. Spazi e tempi sono scanditi da ritmi regolari che rassicurano gli Adult Babies. L’angolo morbido in cui rilassarsi e ascoltare le fiabe, il momento del cambio del pannolino, della merenda e dei giochi. La differenza sono gli orari e i tempi di permanenza nella struttura.

Quanto costa tornare bambini?

Ab Nursery è una associazione che si occupa di organizzare servizi per bambini adulti con tanto di maestre amorevoli. Articoli, eventi e community sono presenti nel sito ufficiale. Dare spazio al proprio bambino interiore vuol dire trasformarsi in un poppante a tutti gli effetti? Dipende dalle possibilità materiali e intellettuali. Ognuno sceglie la strada che preferisce. Quando si è così giovani ce ne sono davvero tante…

L’iscrizione prevede un solo giorno di asilo. In Italia sono 50 euro per socio ordinario a cui si aggiungono altri 20 per il kit compreso di pannoloni, ciuccio, biberon e bavaglino. Giusto per stare tranquilli e sentirsi a proprio agio. In più c’è la possibilità di festeggiare eventi particolari e partecipare e baby pigiama party la sera. Senza dimenticare alcune regole da rispettare per non creare false aspettative.