Lets Get Lost Chet Baker

Si intitola Let’s Get Lost un film sulla vita di Chet Baker realizzato oltre 30 anni fa. Una delle pellicole più belle sulla musica jazz, capace di raccontare con spietata onestà uno degli indiscussi protagonisti della musica del ‘900

Il film Let’s Get Lost fu scritto e diretto dal regista e fotografo di moda Bruce Weber e venne girato nell’ultimo anno di vita di Chet Baker. Il titolo del film è tratto da una canzone di Jimmy McHugh e Frank Loesser, uno standard jazz che il trombettista, considerato uno dei più grandi jazzisti di sempre, registrò per la Pacific Records.

Let’s Get Lost non ebbe una gestazione semplice e alla fine costò oltre un milione di dollari. Dopo avere convinto il musicista, oramai tossicodipendente, a girare un documentario, Weber dovette inseguirlo in lungo e in largo a cominciare dal mese di gennaio del 1987. Il film doc, girato in bianco e nero, riprende spezzoni di concerti e interviste in cui si raccontano episodi, incontri personali e amori di una vita. Ma soprattutto emerge la personale visione della musica del trombettista, scomparso a 57 anni nel 1988. Il film fu praticamente il suo testamento artistico, tanto che non ebbe nemmeno modo di vederlo quando fu presentata al Toronto International Film Festival.

Chet Baker

E’ stato uno dei maggiori trombettisti della storia del jazz e l’esponente principale del West Coast nei primi anni ’50. Dotato di un suono unico, intimo e personale, Baker ha inciso decine di dischi. Dopo avere suonato con Stan Getz e Charlie Parker, è diventato famoso al grande pubblico per l’interpretazione di My Funny Valentine in un disco di Gerry Mulligan. Molte le registrazioni come solista, alcune delle quali realizzate in Italia con musicisti come Franco Cerri, Gianni Basso, Renato Sellani e altri.

La vita di Chet Baker fu tormentata da problemi di alcool e droga. Una dipendenza che fu causa di grossi guai, lo portò in prigione e ne condizionò pesantemente la carriera. Chet era un’anima dannata e fragile, piena di debolezze ma anche forza. Un condensato di umanità che con un semplice suono di tromba sapeva risvegliare le coscienze. Alla fine perse la sua battaglia personale con il senso della vita. Ma davanti alla dolce bellezza della sua musica rimaniamo in silenzio ancora oggi ad oltre 30 anni di distanza.

Il film

Let’s Get Lost riscosse da subito critiche molto favorevoli per avere reso fedelmente la poetica della musica jazz di un personaggio così difficile e controverso. Nel 1989 ottenne una nomination all’Oscar come miglior documentario e il premio della Critica al Festival del Cinema di Venezia. Per chi vuole rivederlo è disponibile in dvd anche in una versione blu ray presentata al Festival di Venezia del 2013, nel 25° anniversario, arricchita dalle immagini del making of.