casa mozart

Chi non conosce Mozart? Ancora oggi, a più di 250 dalla nascita, la sua fama rimane intatta e la sua musica è ancora la più suonata da migliaia e migliaia di musicisti e nelle sale da concerto di tutto il mondo. Ma forse non tutti conoscono l’esistenza di un epistolario di Mozart fatto di 1400 lettere, che tra poco potrà essere liberamente consultato in internet.

Una bella sorpresa per tutti gli amanti di Mozart e un motivo in più per avvicinarsi al compositore salisburghese per chi non conoscesse la sua vita e le opere. Dal primo di giugno basterà infatti collegarsi sul sito mozartways per scoprire e leggere la versione integrale di tutte le lettere, per la prima volta tradotte anche in italiano, lingua che Mozart tra l’altro conosceva molto bene.

Il sito, curato da un gruppo di appassionati e studiosi presieduti da Maria Majno, presidente dell’associazione culturale milanese “Società del quartetto” si chiama “Le vie di Mozart” perchè il suo ricco epistolario fu scritto per lo più in viaggio: il compositore in 35 anni di vita visitò 204 tra paesi e città di 9 nazioni europee diverse, trascorrendo lontano da casa (in tournèe, si direbbe oggi) ben 3720 giorni. Nelle lettere Mozart parla di tutto ma mai direttamente della sua musica, che rimane comunque sempre come “sottofondo” alle sue parole (o forse così ci piace immaginarla) tra descrizione di luoghi, usi, abitudini, costumi e incontri che certamente hanno influito in maniera decisiva anche nella sua formazione artistico musicale.