ragazza affascinante

Dopo avere scoperto che per trovare lavoro contano più gli amici delle capacità professionali, cosa mancava per completare il quadretto? Sapere che i più belli guadagnano di più: ecco perchè

Insomma non c’è niente da fare, si parla tanto di meritocrazia, impegno, passione e volontà, ma alla fine nel mondo del lavoro, fare carriera è sempre più difficile e serve davvero tutto, anche essere belli. Proprio così, la bellezza è una caratteristica importante e capace di far levitare non solo il carisma e la posizione sociale, ma anche il conto in banca sia dei maschi che delle femmine.

Non stiamo parlando della tendenza molto italiana e comunque diffusa ovunque, di scegliere collaboratori e candidati politici lautamente pagati in base alle proporzioni corporee, ma della tesi del professore di economia Daniel Hamermesh, tanto convinto del fatto che belli e belle guadagnano di più, che sul tema ha anche scritto e pubblicato il libro ‘Beauty Pays’ che indaga sui meccanismi della società contemporanea sempre più alla ricerca di modelli estetici più che valoriali.

Analizzando alcune carriere professionali nel corso degli ultimi 20 anni, l’economista ha concluso che in media le persone molto attraenti da un punto di vista fisico non solo sono più ricercate nei ruoli tipici dove l’aspetto e il primo impatto sono importanti, ad esempio nel ruolo di venditori, ma in generale guadagnano di più rispetto ai colleghi normali in una proporzione che va dal 4% fino al 13%.

Le persone di aspetto gradevole guadagnano dal 4% fino al 13% in più

Questa sorta di concorrenza sleale da parte dei belli non riguarderebbe solo le donne, ma anche gli uomini. Insomma puntare su istruzione, esperienza, conoscenza, piuttosto che su bellezza, abbigliamento, charms, potrebbe non essere così producente. Ma ancora meno ricorrere al bisturi: secondo Hamermesh per ogni dollaro speso in ritocchi estetici solo 4 centesimi ritornerebbero indietro. Meglio accontentarsi di quello che si è davanti allo specchio e di lavorare comunque sodo per il resto.