lavare i capelli

Come e quante volte lavare i capelli? Non esistono regole fisse, dipende anche dallo stile di vita e dalle preferenze personali. Ma ci sono alcuni suggerimenti e consigli di massima da seguire per avere una chioma sana. Ecco quali sono

Come e quando si devono lavare i capelli? Lisci, ricci, secchi e grassi che si sporcano subito. Senza contare i trattamenti particolari per contrastare forfora e i problemi legati alla perdita. Bisogna tenere presente che i nostri capelli sono direttamente influenzati dal tipo di alimentazione a cui si uniscono i diversi fattori ambientali e psicologici del momento.

Allontanare ogni forma di aggressività è la prima regola per lavare i capelli bene. Meno si lavano, meno è necessario farlo. Di sicuro hanno bisogno di quella sostanza oleosa che produce naturalmente il cuoio capelluto per mantenersi idratati e lucidi. La stessa che li fa apparire sporchi se i tempi di permanenza senza lavaggio si allungano. Di norma privilegiare un intervallo di tre o quattro giorni tra un lavaggio e l’altro se si hanno capelli normali e si svolge una vita tranquilla.

Le condizioni si complicano quando bisogna fare i conti con capelli fini oppure secchi, la palestra, il traffico e i tempi stretti.

Tipi di capello e altri fattori

Nella giungla dei pareri su come e quando lavarsi la chioma tra hair stylist e dermatologi è difficile trovare un’unica soluzione. Esistono diverse condizioni da valutare.

Agenti esterni Esercizio fisico e cloro della piscina insieme all’inquinamento e al clima influiscono sul benessere del cuoio capelluto. Si depositano sul capello e non lo fanno respirare: è necessaria una rimozione adeguata da tutte le impurità. Prurito e desquamazione sono i campanelli d’allarme insieme alla comparsa i forfora ed all’evidente presenza di sostanza oleosa presente sui capelli.

Tipo di capello. I capelli lisci, fini e secchi hanno più bisogno di altri di un’accurata detersione, anche quotidiana. Il motivo è da ricercare nella struttura stessa del capello che durante il giorno è più esposto e assorbe più facilmente le impurità. I tempi si allungano per i capelli ricci che tendono naturalmente a non ingrassare. Via libera a chi ha un taglio corto e non soffre di particolari condizioni, lavarsi i capelli ogni giorno può diventare un appuntamento piacevole.

Come si lavano i capelli?

Doppio lavaggio. E’ una questione che si tende a sottovalutare ma di fondamentale importanza. Non vuol dire doppia quantità di shampoo da utilizzare. Basta fare attenzione con il dosaggio. Ne basta poco eventualmente da diluire l’acqua e procedere con il primo lavaggio che rimuove le impurità principali. Il secondo tratta direttamente il capello (ognuno sceglie il tipo di shampoo più adatto).

  • Dalle radici alle punte si distribuisce lo shampoo e lo si lascia depositare per almeno tre minuti. Un massaggio delicato stimola il benessere del cuoio capelluto senza esagerare.
  • Attenzione alla temperatura dell’acqua. I capelli si rovinano con il caldo eccessivo. Iniziare con i lavaggi a temperatura ambiente e terminare con una buona dose di acqua fredda. Ancora meglio se abbinato a un massaggio gentile.
  • Chi utilizza il balsamo deve valutare che appesantisce il capello anche se nello stesso tempo può essere un aiuto per capelli secchi e sfibrati (maschere e impacchi specifici).

Se i tempi non lo permettono e la paura di rovinare la propria chioma con lavaggi eccessivi è troppo forte? Lo shampoo secco diventa un valido alleato capace di allungare il tempi di circa quattro giorni. Assorbe l’eccesso di olio e dà volume ai capelli in pochi minuti. In commercio esistono validi prodotti particolarmente indicati per chi ha chiome fini e anche lunghe che devono essere lavate quotidianamente.