Si chiama Mirai l’auto su cui punta la Toyota, una delle maggiori case automobilistiche al mondo che ha già creduto nell’ibrido e c’è da rallegrarsene perchè questa volta dai tubi di scarico esce solo vapor acqueo. L’auto a idrogeno uscirà sul mercato a partire dal 2015 e secondo il presidente Akio Toyoda rivoluzionerà il mercato.

Conveniente e dalla grande autonomia Se il problema delle normali batterie utilizzate sulle macchine elettriche è l’autonomia, la Mirai sarà una macchina accessibile, affidabile e conveniente grazie alle celle a combustibile e lo dimostrano una serie di test durati 10 anni e i milioni di chilometri percorsi sulle strade in qualunque condizione, dal gelo al caldo torrido.

Quando sarà venduta L’auto che come si vede nel video ha un aspetto insolito perché la tecnologia a idrogeno ha bisogno di un sistema di raffreddamento speciale, sarà presentata ufficialmente al salone dell’auto di Los Angeles 2014 e inizialmente venduta solo in Giappone, mentre in Europa e America arriverà nel 2016. Mirai può percorrere fino a 500 km con un pieno di idrogeno, rifornirsi di carburante in meno di cinque minuti emettendo dagli scarichi solo vapore acqueo.

Infrastrutture e distributori idrogeno Per sostenere l’introduzione della Toyota Mirai negli Usa nel 2016 e diminuire la dipendenza dagli inquinanti combustibili fossili, l’azienda insieme ad air liquide svilupperà e fornirà una rete di 12 stazioni di idrogeno a New York, New Jersey, Massachusetts, Connecticut e Rhode Island.

Il prezzo della prima auto ad idrogeno del mercato costruita su larga scala, che esce quasi 20 anni dopo la prima Prius ibrida venduta in più di 7 milioni di esemplari, sarà intorno ai 50 mila euro. Come si fa a produrre idrogeno? Praticamente da qualsiasi cosa, anche dalla spazzatura. Semplice no..?