musica di Canova

Si è aperta a Forlì una grande mostra su Canova, lo scultore e pittore veneto che ha saputo far rivivere, tra la fine del Settecento e i primi dell’Ottocento, l’arte classica della grecia antica.

L’esposizione mette in luce proprio lo stretto legame che unisce Canova al motivo della danza e della musica così evidente nell’elegante fluire della linea di contorno e nel ritmo musicale dell’intera composizione. Ciò che balza subito all’occhio è la perfezione di sculture e di come, ad esempio nelle diverse versioni della “Danzatrice” (da quella con le mani sui fianchi, a quella col dito sul mento), sia impossibile non cogliere il motivo dinamico della grazia e leggerezza nella danza che insieme alla musica giocano un ruolo fondamentale nella poetica del Canova.

Un’intera sezione della mostra è infatti dedicata alla musica e alla danza con il motivo dominante della raffigurazione dinamica della figura che si muove nello spazio. Diversi i suoi capolavori tesi a catturare il movimento: la celebre Tersicore, la statua in movimento di Orfeo e la versione di Ebe, Dea greca dell’eterna giovinezza, rappresentata su una nuvola a sottolineare ancora una volta il motivo del movimento legato alla figura in volo.

D’altronde da documenti e notizie biografiche emerge che Canova, oltre a essere un grande appassionato di musica (assiduo frequentatore di teatri), era un amico del coreografo e ballerino Carlo Blasis, maestro di danza alla Scala di Milano. Interessante è scoprire come questa passione giochi un ruolo fondamentale nella poetica di Canova e di diversi artisti dell’Ottocento, prima fra tutti Francesco Hayez.

Canova è riconosciuto come il primo sculture davvero moderno, precursore di quella concezione dinamica della forma nello spazio che avrà così tanto seguito nello sviluppo della scultura contemporanea. Insomma questa mostra di Forlì si preannuncia come un’esposizione impegnativa e ricca di opere eccellenti, se ne contano 160 comprendenti marmi, gessi, bassorilievi, bozzetti, dipinti e disegni messi a confronto sia con i modelli antichi che con quelli contemporanei al Canova. L’appuntamento con la mostra “Canova. L’ideale classico tra scultura e pittura” è presso i Musei San Domenico a Forlì fino al 21 giugno 2009.