finanziare idee e progetti

Da oggi chi vuole finanziare progetti o ritiene di avere qualche buona idea da sviluppare può rivolgersi a Kickstarter, anche in Italia. Finalmente il famoso sito che unisce cultura, creatività e finanza sotto l’egida del crowdfunding ha aperto la propria comunità globale anche al nostro e ad altri paesi europei.

Molta acqua sotto i ponti è passata da Portobello, il programma televisivo che prometteva visibilità ad inventori e genialoidi italiani. Ora chi è dotato di creatività o è un imprenditore di qualsiasi settore può cercare fortuna sul web grazie ai siti di crowdfunding in cui è possibile presentare le proprie idee e ricevere soldi con operazioni di finanziamento collettivo.

Kickstarter è uno dei portali più famosi in questo ambito, basti pensare che dal 2009, anno della sua nascita, ha riunito 8,9 milioni di persone che hanno finanziato con successo quasi 90mila progetti nei più disparati settori – dall’arte al fumetto, dall’artigianato al design fino alla moda e naturalmente film, video, fotografia, giochi, musica e ancora molto altro – raccogliendo un totale di 1,78 miliardi di dollari.

L’aspetto senz’altro più convincente di questa sorta di mecenatismo 2.0 è la possibilità di riunire comunità attorno a idee: qualsiasi persona anche solo con un piccolo sforzo economico si può sentire partecipe e quindi protagonista di un progetto imprenditoriale in cui crede. Sta al creativo ovviamente presentarlo nella maniera più convincente con una serie di mezzi come video ecc. che la piattaforma di Kickstarter mette a disposizione.

State sicuri che Kickstarter farà sempre tutto il possibile per facilitare le nuove imprese anche perché prende il 5% del finanziamento ottenuto, ma nessuna percentuale sul brevetto o sull’idea che rimane al 100% nelle mani del proprietario. Ovvio avere successo non è facile ma potrebbe valerne la pena: tra i maggiori successi il frigo portatile Coolest ha raccolto ad oggi la bellezza di 13 milioni di dollari. Non male, no?