fotografo con macchina fotografica

Si è spento all’età di 74 anni Jim Marshall, leggendario fotografo americano, l’unico che ha potuto fotografare il backstage dell’ultimo concerto dei Beatles, nonche il principale fotografo di Woodstock.

Se oggi i video musicali sembrano dominare la comunicazione, anche nel mercato della musica creando tendenze e successi, è impossibile dimenticare l’importanza che le immagini fotografiche hanno avuto nei decenni passati nel creare fenomeni di successo capaci di smovere l’immaginario collettivo. Probabilmente più che la loro musica, sono state le fotografie a creare i miti del rock.

Ecco perchè un fotografo come Jim Marshall è importante. Nella sua carriera ha fotografato centinaia di artisti come Beatles, RollingStones, Bob Dylan e The Who ed è sua la foto di Jimi Hendrix che brucia la chitarra al Monterey Pop Festival, diventata simblo e icona della ribellione di una intera generazione. Oltre alla professione di foto reporter, Marshall ha collaborato con moltissimi artisti alla realizzazione di oltre 500 copertine di album e pubblicato 5 libri di fotografia. L’ultimo Trust, con le più belle foto della sua carriera, è stato pubblicato nel 2009.