Chi l’ha detto che per fare musica elettronica si debba stare chiusi in casa da soli davanti a computer e campionatori maneggiando loop e samples? Spesso succede proprio così e i produttori musicali si inviano file e tracce per posta elettronica senza incontrarsi, ma questo video sembra spiegarci che può essere vero esattamente l’opposto. Per far questo si inventa addirittura un termine: il Jamboxes. Significa unire l’amore per la musica elettronica e una cultura sociale basata sulla condivisione. Chi ha pensato questa filosofia è un ragazzo, si chiama Moldover e non a caso è un inventore di apparecchi che hanno lo scopo di fare musica elettronica condivisa. I suoi strumenti multi-player si chiamano OctaMasher, SyncoMasher e MiniMasher. Peccato non si possano suonare direttamente su Facebook…