app musica smartphone

Dopo Pandora e Spotify anche Apple è arrivata nel magico mondo della musica in streaming con il servizio iTunes Radio.

Se avete dato un occhio al nostro articolo che mostrava i grafici sui trends della musica più cercati su Google, scoprirete anche il motivo: il download a pagamento non sfonda più ed Apple dopo avere sfruttato la sua posizione dominante per vendere mp3 online ai suoi utenti corre ai ripari. Uscita in contemporanea con il nuovo sistema operativo iOS 7 e non ancora attiva in Italia, la iTunes Radio nella prima settimana è stata utilizzata da 11 milioni di utenti è compresa nell’aggiornamento iTunes 11.1 e si può ascoltare con tutti i dispositivi a cominciare dagli smartphone fino alle Apple TV passando da tablet e PC.

Come in Spotify anche qui l’ascolto di musica può essere gratis gratis in cambio di pubblicità che al momento non sembra nemmeno troppo invadente, uno spot ogni ora, probabilmente destinati ad aumentare quando arriveranno nuovi sponsor ed il servizio sarà diffuso su scala globale.

Ascoltare la musica che piace in questo modo diventa semplice ed economico, anche perchè per eliminare del tutto la pubblicità e le interruzioni basta sborsare 24,99 euro all’anno, senza contare che le canzoni si possono comunque acquistare. In fondo non è nemmeno l’unica cosa che si può fare con iTunes Radio che infatti, sul modello di Pandora o Spotify, promette agli utenti di fare scoprire nuova musica grazie a playlist personalizzate e alle funzioni sociali con cui è possibile suggerire e condividere nuovi brani e realizzare una propria stazione personale.

In più, senza nemmeno affidarsi agli amici, Apple con Genius Shuffle introduce una funzione che consiglia direttamente canzoni che hanno qualcosa in comune con quelle ascoltare in precedenza. Il genio ovviamente è un algoritmo matematico che confronta vari parametri e caratteristiche musicali simili. Non resta che provarlo ma non sappiamo ancora quando arriverà in italia.