La distrazione è la principale causa di incidenti automobilistici. Ad esempio smanettare con un iPod mentre si è al volante può essere molto pericoloso. La raccomandazione non riguarda solo gli automobilisti ma anche i pedoni: il governo australiano sta mandando in onda su giornali e tv una campagna per combattere il fenomeno dei giovani investiti da auto e moto perché distratti da iPod e cuffiette nelle orecchie.

Potrà anche sembrare strano, ma sempre più giovani sono investiti mentre attraversano la strada a piedi ascoltando un iPod o tamburellando sul telefonino. Non a caso l’utilizzo delle cuffie o della tastiera del telefonino sono due attività considerate “mortali” sia negli Stati Uniti che in Australia. A New York un senatore ha addirittura proposto una legge che prevede una multa di 100 dollari per chi utilizza gadget elettronici (iPod, telefoni e console da videogioco portatili) mentre attraversa la strada. Le forze di polizia australiane invece hanno spinto il governo ad adottare una strategia di prevenzione basata sulla comunicazione.

Si tratta di una campagna pubblicitaria in grande stile curata dall’agenzia BBDO. Le immagini sono piuttosto crude e choccanti, in pieno stile poliziesco, con le giovani vittime sulla strada contornate dalle cuffie del loro iPod. Si vuole così focalizzare l’attenzione sulla leggerezza con cui i teenager rischiano di isolarsi dalla realtà ignorando i pericoli del mondo circostante.