Diciamo subito che l’iPhone 6 non è uno smarphone rivoluzionario ma comunque un’evoluzione del modello precedente: vediamo con quali caratteristiche e con quali vere innovazioni rispetto al precedente modello e alla concorrenza.

Presentato in grande stile come di consueto e preceduto da una serie di rumors in rete che già ne svelavano alcune caratteristiche, iPhone 6 arriva in due configurazioni che si distinguono innanzitutto per la grandezza degli schermi retina ad alta definizione: uno smartphone iPhone 6 da 4,7 pollici e il phablet iPhone 6 plus da 5,5 pollici

Diciamo subito che malgrado la grandezza sia aumentata sulla scia della concorrenza (il Samsung Galaxy S5 ha un display da 5,1 pollici) i nuovi modelli sono più sottili – rispettivamente 6,9 mm e 7,1 mm – e si riescono ad utilizzare con una sola mano grazie anche ad un nuovo design in vetro e metallo con avvolgenti bordi arrotondati e a nuove funzioni che consentono di interagire con il display in modo più semplice. Oltre alla risoluzione, rispettivamente di 1334 ×750 e 1920× 1080, sempre per quanto riguarda lo schermo aumenta d’altro canto luminosità, contrasto e angolo di visione per una perfetta visione di App, foto, video anche all’aperto grazie ad una migliore polarizzazione dei suoi componenti.

Parlando di potenza di calcolo, i nuovi iPhone 6 montano un processore con nuovo chip A8 con architettura a 64 bit che è il 13% più piccolo e consuma fino al 50% di energia in meno rispetto al chip A7 pur essendo il 25% più veloce a livello di calcolo e il 50% più performante nella parte grafica. Tutto ciò con un consumo decisamente inferiore – fino al 50% – che permette un giorno intero di utilizzo e oltre 10 ore di navigazione in wifi.

Tra le caratteristiche più importanti, una fotocamera da 8 Megapixel con funzioni evolute e migliori performance grazie ad un’apertura di diaframma f2.2 che permette immagini più luminose e riprese video in time-lapse, la presenza di un barometro insieme ad accelerometro, bussola e giroscopio gestiti dal coprocessore M8 per una precisione ancora migliore nelle funzioni di navigazione. In evidenza anche la presenza della tecnologia NFC per un nuovo sistema di pagamenti mobile Apple Pay in collaborazione con le maggiori carte di credito.

Ci siamo dimenticati qualcosa? Probabilmente sì, a cominciare dal prezzo. I nuovi iPhone6 ovviamente non costano poco, ma d’altronde gli appassionati di prodotti Apple sono già in coda per avere il nuovo modello. Arriverà in Italia a fine settembre o ai primi di ottobre con prezzi da 729 a 1.059 euro. Troppi? Sul mercato ci sono sempre più smartphone performanti come l’HTC One M8, il Samsung Galaxy S5, l’LG G3 o il Sony Xperia Z3. Certo… non sono iPhone.