soldi e finanziamenti

Una rivoluzione dal basso è quanto propone la community di Sellaband creata da un neolaureato e due discografici alle prese con la crisi della musica.

Visto l’andamento negativo del mercato discografico, perché non affidare al pubblico la possibilità di scegliere e produrre gli artisti e le band investendo quote a partire da un minimo di 10 dollari? L’obiettivo è di raggiungere quota 50.000 dollari per far registrare al gruppo prescelto un intero album presso uno studio professionale, con un produttore di grido. Un progetto ambizioso, naturalmente molto articolato ma costituito da un meccanismo semplicissimo: artisti solisti e gruppi musicali possono iscriversi gratuitamente alla community, creare il proprio profilo e caricare i propri brani da fare ascoltare ai potenziali fans, nonché investitori.

Bastano cinquemila ascoltatori fan della band disposti ad acquistare “azioni musicali” e il gioco è fatto. Una volta inciso l’album, le canzoni del gruppo potranno essere scaricate gratuitamente dal portale Sellaband, oltre a essere vendute per ogni altro scopo (pubblicità, sigle di trasmissioni, colonne sonore). Inoltre sarà possibile stampare anche una versione su Cd del disco da vendere ai concerti, attraverso negozi on-line o tramite il sito del gruppo. Naturalmente i proventi derivati da queste operazioni pubblicitarie verranno equamente divisi in tre parti: una finirà in tasca all’artista, una a Sellaband ed una ai fans che hanno sponsorizzato la registrazione. Una bella rivoluzione! Il successo sembra assicurato, visto i primi risultati…le persone si sentono partecipi e protagonisti in prima linea in questa che si preannuncia una vera e propria rivoluzione dal basso.