L’utilizzo di integratori alimentari è in aumento in Italia come nel mondo. La popolazione invecchia e sembra avere bisogno di qualche aiutino. C’è chi dice che integrare vitamine e sali minerali con una pillola dia grossi benefici a fisico e mente, altri sostengono che non serva a nulla o che addirittura faccia male. Chi ha ragione? La dicitura naturale di qualche prodotto sembra fatta apposta per superare ogni perplessità su contenuto e benefici.

Di certo l’alimentazione è fondamentale per il benessere del corpo e della mente. I medici da sempre sostengono che prima di pensare agli integratori alimentari, tutti i nutrienti essenziali dovrebbero essere assunti attraverso una dieta corretta ed equilibrata. Eppure alle volte sono i primi a prescrivere aiuti esterni. In ogni caso vale sempre la pena informarsi e scegliere di assumere qualcosa in modo consapevole.

Indice

Integratori alimentari cosa sono?

Gli integratori alimentari venduti sottoforma di compresse, capsule o liquidi, sono fonti concentrate di vitamine, minerali ed alti nutrienti. Non sono farmaci e il loro scopo è compensare eventuali carenze nutrizionali in seguito a malattie o convalescenze, o anche dopo semplici influenze. In realtà il loro utilizzo con il tempo è decisamente cambiato: oggi vengono assunti da chi fa sport per migliorare le prestazioni sportive, oppure da persone di ogni età che vogliono essere in forma.

Gli integratori alimentari sono lo specchio di una società che impone modelli di donne e uomini vincenti e sempre giovani nel fisico e nella mente. Se la chirurgia estetica interviene sull’aspetto per soddisfare il mito della bellezza, una pillola sembra servire all’uomo attivo, dinamico e scattante. Assumere una pozione miracolosa capace di migliorare la salute ha sempre affascinato l’uomo e certamente nell’epoca moderna la comunicazione sa essere molto persuasiva.

Utilizzo di integratori alimentari

Il mercato globale degli integratori alimentari è in piena espansione. Oggi vale 82 miliardi di dollari con gli americani in testa con un uso che spesso diventa abuso. In America quasi tutti gli adulti assumono compresse, capsule e polveri tradizionali, piuttosto che bevande e barrette energetiche. Vitamine e minerali vengono aggiunti alla dieta o direttamente agli alimenti per integrare carenze necessarie al buon funzionamento dell’organismo.

Anche in Italia l’uso di integratori alimentari è in aumento. Quanto a consumo siamo tra i primi in Europa per un fatturato di circa 3,3 miliardi di euro. Usano integratori 32 milioni di italiani, 60,5% donne con una età che nel 62,8% dei casi è tra 34 e 64 anni, acquistati nell’80% in farmacia o in parafarmacie. Tra le tipologie di integratori più venduti al primo posto ci sono i sali minerali, seguiti da multivitaminici, multiminerali e omega-3.

Secondo una ricerca svolta dall’Unione Italiana Food Integratori Italia, li usa chi si sente stanco o sta facendo una dieta per dimagrire. Li consigliano amici e familiari, ma nel 57% vengono prescritti dai medici di famiglia. Vitamine e sali minerali sono indicati per colmare potenziali deficit nutrizionali nelle situazioni di stress prolungato dovuto a troppo lavoro, studio, sport e malattia.

Gli integratori alimentari sono quindi considerati quasi in modo unanime un vero e proprio sostegno fisico e magari psicologico da usare all’occorrenza. In realtà l’indagine rivela una scarsa consapevolezza sull’uso di questi prodotti. Pochi si chiedono cosa contengano, come siano realizzati, cosa servano, se possono fare male e se mantengano le promesse per cui vengono acquistati.

Integratori alimentari cosa servono?

Gli integratori alimentari possono essere un sostegno per il benessere e la bellezza, purchè ciò avvenga sempre nel rispetto di una dieta bilanciata. Mangiare sano significa assumere naturalmente minerali, vitamine e oligoelementi, ma purtroppo i ritmi di vita frenetici alle volte impediscono di dedicare attenzione al tipo di alimentazione che può diventare troppo monotona. Il rischio di carenze è dietro l’angolo con sintomi stanchezza e malanni tipici di stagione.

Per stare bene bisogna rafforzare l’organismo a partire dall’apparato digerente, il più importante e grande organo del sistema immunitario umano. Chi affronta diete squilibrate potrebbe avere più bisogno di integratori. In generale molti medici sono concordi nell’affermare che integrare calcio e vitamina D possa servire alle ossa, mentre gli acidi grassi omega-3 possano mantenere il cuore sano.

Esiste poi il problema dell’assunzione degli integratori in compresse. Alcune analisi avrebbero dimostrato che le pillole rivestite da varie sostanze non sempre si disgregano nel transito intestinale. In questo caso sarebbero insomma perfettamente inutili. A salvaguardia dei consumatori non esiste nessuna legislazione europea che preveda test sulla capacità di disintegrarsi nel corpo per rilasciare vitamine e minerali.

Integratori di vitamine

Gli integratori di vitamine possono aiutare a guarire ed essere di aiuto nei momenti in cui ci si sente affaticati e stanchi ma non sono certo una panacea di tutti i mali. Se possono prevenire le carenze e regolare le diverse funzioni dell’organismo, assunti in eccesso presentano effetti tossici. Bisogna tenere presente che il nostro organismo funziona in modo complesso tramite processi chimici sofisticati e difficili da prevedere. Assumendo un determinato elemento nutritivo non è automatico ottenere un miglioramento dei disturbi.

La dose di vitamine consigliata varia a seconda dell’età, del tipo di alimentazione e dello stile di vita. Anche l’inquinamento può accrescere il bisogno di vitamine (azione antiossidante). E’ possibile valutare gli apporti necessari per un buon funzionamento dell’organismo attraverso le tabelle di riferimento contenute nella RDA (Recommended Daily Allowance) e DRI (Dietary Reference Intakes).

  • Vitamina C. Assicura meno rischi per le malattie cardiache, un aiuto a resistere alle infezioni virali e alleviare i sintomi del raffreddore. E’ presente in molti tipi di frutta e verdura.
  • Vitamina E. Ha notevoli proprietà antiossidanti ed è presente soprattutto negli oli vegetali.
  • Calcio e vitamina D. Gioca un ruolo fondamentale nella prevenzione dell’osteoporosi (perdita di meteriale osseo e facilità di rottura delle ossa). Inoltre può aiutare a rendere più efficaci le terapie ormonali. Si trova nel latte e nei suoi derivati, nelle mandorle, legumi e molti altri alimenti. Da ricordare che il corpo non può assorbire calcio se non ha scorte sufficienti di vitamina D, fonte primaria della quale è la luce del sole.
  • Acido folico. E’ una vitamina del gruppo B che si trova negl agrumi e nelle verdure a foglia verde larga. Aiuta a prevenire le malattie cardiache e allontana il rischio di partorire bambini con difetti congenici gravi se assunto nell’alimentazione della futura mamma.
  • Beta-carotene. Si trova nella frutta e verdura di colore verde scuro, giallo intenso e arancione che l’organismo trasforma in vitamina A. Prezzemolo, spinaci insieme a carote, zucca e albicocca appartiengono a questa famiglia

Integratori di sali minerali

I sali minerali sono micro nutrienti importanti per la salute e la crescita di ossa, denti e sono essenziali per mantenere l’equlilibrio delle funzioni vitali. In caso di carenza di minerali può esserci spossatezza, difficoltà di concentrazione, alterazione del battito e altri disturbi. L’organismo elimina quelli in eccesso con la sudorazione e la diuresi.

  • Ferro. Bambini, adolescenti e donne in età fertile hanno più bisogno di questo minerale. Un analisi del sangue può decidere se integrarli nelle giuste dosi. Tra gli alimenti più ricchi compare la carne con il fegato e il rosso dell’uovo ma non solo. Anche il regno vegetale può dare il giusto apporto con sesamo, germe di grano, fagioli secchi, lenticchie e ceci.
  • Magnesio. Importante per i nervi, il cuore e il metabolismo dei grassi. gli integratori possono aiutare a curare l’insonnia, l’asma, il mal di testa, l’ipertensione e la sindrome premestruale. Si trova nei prodotti del mare, negli ortaggi verdi nei cereali integrali e nei semi. Lavora insieme al calcio, bisogna integrarli entrambe
  • Acidi grassi omega 3. Riducono il rischio di infarto. Bastano due o più porzioni la settimana di salmone, sgombri, sardine e in genere di pesce azzurro.
  • Fibre. possono aiutare ad abbassare il colesterolo, ridurre ipertensione e malattie cardiache. Alimenti integrali, frutta e verdura ne sono ricche

Modalità d’uso e controindicazioni

Le scelte dei pazienti connessi 24 ore al giorno con gli smartphone sono sempre meno mediate dal medico di famiglia. Le persone si rivolgono ad internet non solo per trovare informazioni e fare acquisti, ma anche per curare piccoli disturbi con il fai da te. Prima di assumere integratori alimentari viceversa è sempre meglio rivolgersi ad un medico che saprà indicare la modalità di assunzione migliore.

Anche gli integratori naturali possono contenere sostanze o estratti di piante che, oltre al rischio di doping per gli atleti, possono essere dannose per l’organismo. Alcune sostanze come la vitamina K potrebbe rendere più difficile il coagulo del sangue, mentre altre vitamine assunte in dosi eccessive potrebbero interferire con cure tradizionali. Decine di migliaia gli americani ogni anno vengono ricoverati in seguito alla assunzione di integratori alimentari in modo scriteriato.

L’assunzione di vitamine può venire in modo naturale attraverso il cibo. Gli stessi medici sostengono che per essere in forma da un punto di vista fisico e psicologico, alimentarsi in modo equilibrato è la cosa più importante. Gli esperti di dietetica e nutrizione spingono per una dieta varia e bilanciata. Si tratta di mangiare abitualmente frutta e verdure di qualità che assicurano una miscela naturale di vitamine e minerali senza bisogno di integratori alimentari e calcoli complicati.

Minerali essenziali come calcio, magnesio, potassio e sodio vengono ugualmente assunti mediante il cibo. Normalmente non c’è nessun bisogno di intergrarli e anzi l’abuso può influenzare l’eliminazione delle scorie o rendere difficile l’assimilazione degli stessi minerali da parte dell’organismo. Gli integratori in dosi massicce fanno sempre male e malgrado le avvertenze, tra pillole e varie soluzioni presenti sul mercato è facile raggiungere il limite in poco tempo.

Marche di integratori alimentari

Sugli scaffali si trovano marche di integratori alimentari naturali e sintetici di ogni genere. Dal punto di vista chimico non esiste differenza tra quelli preparati con vitamine e minerali isolati dagli alimenti oppure prodotti per sintesi chimica. Cambia solo la struttura. Gli integratori naturali come germe di grano, lievito di birra, succhi di piante, pappa reale, propoli, polline e miele verrebbero assorbiti meglio dal corpo umano.

Sugli effettivi benefici degli integratori non esistono prove sicure, tuttavia il loro consumo è in aumento. Conta l’invecchiamento della popolazione, la maggiore consapevolezza sulla prevenzione delle malattie tramite una corretta alimentazione, ma anche mode e nuovi comportamenti indotti dall’informazione. Quali sono le marche di integratori alimentari venduti sul mercato italiano?

Eurosalus Italia Il sito di un’azienda bavarese attiva dal 1916 per creare integratori alimentari liquidi con materie prime selezionate sottoposte a procedimenti naturali. Tonici naturali e succhi di pianta fresca sono i prodotti in vendita sul questo sito, ognuno descritto e consigliato a seconda del bisogno

Vitamincenter Integratori per lo sport, per chi vuole dimagrire o solo preservare la propria salute con alimenti integrali ideali per la salute e il benessere del proprio corpo. Nel sito si trovano tutte le promozioni con le indicazioni per acquistare direttamente tramite internet i prodotti preferiti

Nutritioncenter Un sito che promuove una serie di integratori alimentari adatti allo sport, per le diete e per il benessere. Informazioni dettagliate nella presentazione dei prodotti venduti a prezzi vantaggiosi

Naturvis Un sito che commercializza prodotti naturali prodotti in Italia registrati al Ministero della Salute Italiano. Si tratta di integratori naturali per lo sport e per la salute, ognuno con la propria scheda e descrizione