Nell’ambito della produzione musicale e specificatamente per il settore della registrazione audio, la tecnologia mette a disposizione degli strumenti che fino a qualche anno fa sarebbero sembrati pura fantascienza: autotune per intonare cantanti stonati, software che scindono le singole note di un accordo suonato con la chitarra per poterlo modificare a piacimento e ora anche degli accompagnatori virtuali: basta cantare la melodia.

Vi dilettate nel canto ma se si tratta di accompagnarvi con un piano o una chitarra non sapete da che parte iniziare? La scienza è al lavoro per voi. Nel primo caso, due ricercatori della University of Southern California hanno messo a punto un software capace di creare un arrangiamento complesso a partire dalla melodia. Non solo, ma l’arrangiamento può essere scelto tra vari stili utilizzati da band come Radiohead, Keane, Green Day ecc.. Il sistema si chiama ASSA (Automatic Style Specific Accompaniment) e dopo aver analizzato tre o quatro canzoni del gruppo prescelto, è in grado di accompapagnare ogni canzone con lo stile di quella band. Testato con melodie famose, il sistema è stato in grado di trovare l’accompagnamento originale con un tasso di precisione dell’80%.

Certo, il software richiede che gli venga almeno inserita la melodia con una tastiera musicale… Per chi fosse totalmente a digiuno di musica e non riuscisse nemmeno in questa ardua impresa, altri ricercatori della Stanford University hanno creato MySong, un sistema per farsi automaticamente accompagnare al pianoforte. E’ sufficiente cantare in un microfono una qualsiasi melodia e ualà, il gioco è fatto. Il risultato giudicatelo voi nel video a fianco… ma se volete un consiglio, mettetevi a studiare musica che è molto meglio!