madre figlio

Per il bebè nel grembo materno la musica è una ottima terapia per l’anima e il corpo.

La ginecologa e docente di psicologia dello sviluppo Marina Enrichi, in occasione del secondo Congresso nazionale della Società italiana di Medicina materno-fetale in corso al Cnr di Roma, oltre a confermare le ricerche sull’ effetto Mozart anche per i bimbi nel pancione, ha spiegato come il semplice canto di mamma e papà abbia sul bimbo in grembo un effetto molto positivo per lo sviluppo sensoriale e cerebrale. In particolare alcuni studi dimostrano addirittura come il canto dei genitori possa influenzare lo sviluppo del corpo del feto, ad esempio i muscoli degli arti inferiori o quelli della testa e del collo, a seconda che sia fatto dalla madre, con frequenze più acute, o dal padre, che ha una voce con frequenze più gravi. ”La colonna vertebrale del feto è infatti paragonabile ad una tastiera: le frequenze acute vanno ad incidere sui ‘tasti’ più alti della colonna; quelle gravi sulla parte più bassa”. Insomma, ancora prima di parlare, cantate sempre ai vostri bimbi…