vendita cd

Hmv, la storica catena inglese di vendita di musica al dettaglio si avvia alla chiusura. E’ arrivata l’ora x per il cd, sarà davvero la sua fine?

Hmv, storica catena di vendita al dettaglio inglese di musica con una storia che risale addirittura ai primi del ‘900, è a rischio chiusura, anzi è in amministrazione controllata. Significa che i suoi oltre 4000 mila dipendenti nei negozi di Regno Unito, Irlanda, Hong Kong e Singapore rischiano il posto per colpa della crisi del cd. Una crisi arrivata con l’avvento del digitale e della pirateria online e non, ma anche dai nuovi concorrenti come supermercati, edicole, siti di vendita al dettaglio online di cd tanto che Hmv è dal 2009 che perde quattrini nonostante un tentativo di diversificazione del business nei concerti live e con l’acquisizione di quote di un rivenditore online di musica, video e libri elettronici come 7 Digital.

Qualcuno accusa la dirigenza di non avere capito il fenomeno mp3 e di avere vissuto troppo a lungo sugli allori. Perchè non dimentichiamo che His Master’s Voice (La voce del padrone), fino al 1996 era proprietaria della Emi che ha visto nascere i Beatles nel 1962. Insomma un altro marchio storico che se ne va, forse a decretare la fine di un’era, anche se i cd per ora rimangono il supporto più venduto come ci dicono anche le statistiche del 2013. Ma fino a quando? Prova ad immaginarlo votando al nostro