motori di ricerca internazionali

Facebook ha annunciato la creazione di un suo motore di ricerca. Si chiama Graph Search ed è stato il fondatore Mark Zuckerberg ad illustrarne le caratteristiche per trovare persone, luoghi e cose.

Google domina il mercato dei motori di ricerca, passano dal suo motore l’80% se non addirittura il 90% delle ricerche dei navigatori su internet. Facebook doveva inventarsi qualcosa per contrastare questo strapotere ed ecco arrivare il suo motore di ricerca basato sulle connessioni sociali.

Cosa significa? Significa che con Graph Search le ricerche saranno basate su ciò che condividiamo con i nostri amici, sia che siano interessi o informazioni presenti sul loro profilo e quindi anche fotografie in cui sono taggati, video condivisi, luoghi di nascita e tutto il resto. Pertanto i risultati saranno diversi per ogni persona.

Per quanto concerne la privacy ognuno potrà decidere cosa mettere a disposizione degli altri su questo motore di ricerca che non è quindi in diretta competizione con Google perchè non cerca nella totalità del web ma in un ambito ristretto di utenti Facebook che a loro volta possono decidere cosa condividere.

Graph Search, per adesso in versione beta e solo per gli Usa, non è insomma la Web Search, ma se consideriamo che gli utenti Facebook nel mondo sono già 1.000 miliardi, capiamo che di mezzo c’è un business importante che della pubblicità contestuale sul modello Adsense farà il suo maggiore centro di interesse.