Una performance entusiasmante di una grande pianista d’eccezione quella di Marta Argerich al teatro Arcimboldi di Milano all’interno del Festival Internazionale della Musica MiTo. In programma il concerto in sol per pianoforte e orchestra di Ravel eseguito da una delle più grandi orchestre al mondo, la Philharmonia Orchestra diretta dal celebre Charles Dutoit. Molti e di ogni genere gli altri appuntamenti in calendario per tutto il mese di settembre.

Marta Argerich sembrava volare sulla tastiera mentre le note accarezzavano il pubblico estasiato di fronte ad una leggerezza di tocco capace di trasformarsi subito dopo in straordinaria energia e ritmo. Un successo strepitoso che l’ha quasi obbligata a concedere un bis indimenticabile (la Sonata k. 141 di Scarlatti), questa volta tutta da sola, con i componenti dell’orchestra ad osservarla con ammirazione e quasi increduli di fronte al talento di questa donna straordinaria, forse l’ultima grande pianista in vita del nostro tempo.

Questo solo un assaggio (ieri al Palasharp di Milano c’erano 8000 persone ad ascoltare le Sinfonie 3 e 5 di Beethoven eseguite dalla Filarmonica della Scala diretta da Daniele Gatti), ma basta dare un’occhiata ai prossimi appuntamenti, che per tutto il mese di settembre allieteranno con la grande musica il pubblico di Milano e Torino, per restare più che piacevolmente colpiti da un programma inaspettatamente ricco e vario con prezzi accessibili per i concerti più importanti, mentre più della metà sono totalmente gratuiti.

Diversi i generi proposti: dalla classica al jazz, al rock e al pop, con la programmazione di maratone musicali, una dedicata alla classica e una al jazz, che si svolgeranno in entrambe le città con programmi e artisti differenti. Non mancheranno poi gli appuntamenti con le notti del Festival, che vedranno alternarsi il fado, l’etnico, l’indie e le contaminazioni tra elettronica e musica barocca.

Il Festival prevede anche una monografia dedicata a un autore contemporaneo, il coreano Isang Yun e alla più giovane ma già autorevolissima connazionale Unsuk Chin. Uno vero e proprio Festival Internazionale della Musica promossa dalle Città di Torino e di Milano e realizzata dalla Fondazione Teatro Regio di Torino e dall’Associazione per il Festival Internazionale della Musica di Milano.