Google ha annunciato la nascita di un suo servizio di streaming musicale. Si chiama Google Play All Access e in questo modo entra nell’ecosistema dedicato ai contenuti affiancando il già esistente servizio per il download musicale.

La mossa, resa necessaria dalla crescente popolarità di servizi come Spotify e Pandora, anticipa anche i piani di iTunes per un servizio in streaming. In pratica in cambio di 9,99 dollari al mese offre la possibilità di ascoltare illimitatamente canzoni e album in streaming, come succede su Spotify, con in più altre opzioni che ricalcano il modello di Pandora per quanto riguarda la possibilità di creare stazioni radio e scoprire nuova musica. Google Play Accesso Illimitato è disponbile sia su sistemi android che su pc, offre un periodo di prova di un mese gratis e per chi si iscriverà entro giugno 2013 il costo sarà di 7,99 dollari a mese. E’ abbastanza per conquistare nuovi utenti o soffiarne a Spotify? Vedremo.

Il mercato dello streaming per ora rappresenta solo il 20% dei ricavi digitali globali nel 2012 e solo l’8% dei ricavi digitali degli Stati Uniti e può contare solo su 20 milioni di abbonati paganti a livello mondiale nel 2012 contro mezzo miliardo di account attivi su iTunes. Google ha dalla sua la popolarità incredibile dei suoi servizi, ma per usare Gmail, Drive, le Mappe e compagnia non si deve sborsare nemmeno un centesimo…