gruppo di persone

Si chiama multilocalismo e vede più identità di diversa provenienza coesistere nello stesso luogo. Un fenomeno sociale che si sovrappone alla globalizzazione e scardina il concetto di nazionalità e integrazione.

Cambiano le relazioni sociali insieme ai concetti legati all’idea di comunità e d’identità personale mentre nascono nuovi meccanismi che antropologi e sociologi studiano e approfondiscono in studi e libri che definiscono il nuovo concetto di multilocalismo come sostituto della globalizzazione. Secondo il famoso sociologo francese Alain Touraine è il concetto di nazionalità legato strettamente al territorio a cambiare modificando inevitabilmente anche il significato di cittadinanza e di integrazione. Ma in che modo?

Si tratta di una conseguenza dettata dal fenomeno della globalizzazione che ha portato in ultima analisi a rivalutare il locale e a ridefinire il comportamento sociale nella sua complessità: non esiste una comunità predominante o una cultura superiore a cui bisogna integrarsi, ma esistono tante realtà. Il concetto fondamentale del multilocalismo riguarda l’abbandono della pretesa di legarsi al territorio, mentre si esalta il concetto di coesistenza nello stesso luogo di culture e identità diverse. Nazionalità e integrazione allora sembrano perdere di importanza se la propria vita diventa un incrocio tra varie culture, riferimenti ed istituzioni.