Giradischi senza puntina

I giradischi per vinile tornano nelle case degli appassionati di musica grazie a nuovi modelli che uniscono design e tecnologia digitale. Ascoltare dischi a 33 giri e godere del suono analogico è bello e semplice

C’era da scommetterlo: il boom del vinile, che recentemente ha addirittura sorpassato gli mp3 nelle vendite, non riguarda solo case discografiche, artisti e chi produce musica. C’è tutto un indotto di aziende produttrici di giradischi che in nome della riscoperta del vintage, sfoderano nuove idee capaci di unire passato e futuro in nome di un design minimalista. La sfida è più che mai aperta, sempre in nome della tecnologia che comunque nell’era del digitale non può mai mancare.

Se la sola tecnologia non basta a riportare il giradischi in soggiorno come negli anni d’oro della musica, ci pensa il design a convincere giovani e adulti che il vinile può essere centrale nell’intrattenimento casalingo. Certo scaffali e librerie nelle nuove case sempre più piccole stanno scomparendo, ma le giovani coppie sofisticate che devono arredare casa da zero, non si fanno mancare il lusso di predisporre un luogo adatto a contenere nuovi e vecchi vinile acquistati nei mercatini.

Principali marche giradischi

Il mercato dei giradischi per ascoltare i vinile cresce in tutta Europa a doppia cifra, con Italia al quarto posto nelle vendite dietro Inghilterra, Francia e Germania. Alle nuove idee presentate dalle giovani startup, le marche storiche usate da sempre da appassionati e dj di tutto il mondo, certo non stanno a guardare. Ai modelli entry level da poche decine di euro, acquistati per semplice sfizio da chi vuole ascoltare i 33 giri in cantina, fanno da contraltare dispositivi ultra sofisticati da migliaia di euro che uniscono innovazione e design.

Technics E’ un marchio da sempre specializzato in hi-fi e giradischi di qualità, famoso in tutto il mondo per un uso casalingo e professionale. Nel 1970 ha innovato il settore presentando l’SP-10, il suo primo modello con trazione diretta, seguito nel 1972 dall’SL-1200 diventato lo standard dei Dj per molti decenni.

Pioneer I modelli consumer della marca di apparecchi per l’altà fedeltà specializzata anche in dispositivi per Dj professionali

Sony Un altra grande azienda sul mercato dell’altà fedeltà da decine di anni, quando prima di credere ai compact disc, disponeva di un’ampia gamma di lettori per dischi a 33 giri. Oggi i suoi modelli sono ancora tra i più richiesti sul mercato.

Teac Dai sistemi audio professionali ai nuovi giradischi analogici che uniscono design ed alte prestazioni con bluetooth incluso per un ascolto degli lp senza cavi.

Giradischi senza puntina

Se tecnologia è la parola d’ordine dei nuovi giradischi, a farne le spese può essere la puntina con giradischi innovativi e geniali. RokBlok è un ingegnoso marchingegno costituito da un blocco di legno che si appoggia su un disco; ruotando come una macchinina ne fa ascoltare il suono inviando la musica ad un altoparlante tramite Bluetooth. Ma si può fare meglio. Wheel è un nuovo giradischi senza puntina dal design minimalista. La “ruota” presentata dalla società olandese Miniot mira alla qualità del suono, per chi vuole avere in casa un oggetto degno di un vecchio hi-fi.

Sotto il design minimalista di questo giradischi ultra compatto il trucco c’è ma non si vede. L’ago della puntina non è posizionato sopra il piatto, ma sotto, così come tutti gli elementi meccanici della trasmissione sono nascosti sotto la ruota. Questa costruzione non comporta solo dei vantaggi a livello di design, che risulta essenziale ed elegante come non mai, ma consente al giradischi di potere suonare sia in orizzontale che in verticale appeso a un muro. Inoltre la puntina è al riparo dalla polvere. Ma quindi come si fa ad accendere? Tutte le funzioni sono controllate dall’asta in cui viene inserito il disco a 33 giri. Un semplice spostamento dell’asta include le funzioni acceso, spento, pausa, volume e traccia successiva o precedente. Non stiamo parlando di un gadget solo bello da vedere.

Questo innovativo giradischi senza puntina è un prodotto di qualità che monta l’Audiotechnica AT95E. Una testina fonografica di primo piano che offre un suono ricco e dettagliato. Unico problema è che gli appassionati audiofili non la potranno sostituire. Ma è un dettaglio che certo non scoraggerà chi vuole dotarsi di un oggetto di questo tipo. Dal trasduttore il suono viene inviato direttamente ai connettori Rca per essere collegato ad un amplificatore, oppure all’uscita per le cuffie. Il prototipo su kickstarter ha già ampiamente superato il budget richiesto per il suo sviluppo ed ora è in vendita a circa 1000 euro