La ghironda è uno strumento a corde molto affascinante di origine medioevale e ancora utilizzato in gruppi folcloristici o di musica classica antica. La sua peculiarità è riuscire a tenere note lunghe grazie ad un meccanismo geniale. Consiste in una manovella che fa girare una ruota di legno coperta di pece. E’ lei che produce il suono sfregando sulle corde. Il suono può essere modificato con opportuni tasti, mentre altre corde producono il cosiddetto bordone dal suono continuo. Il suo funzionamento pensavamo fosse rimasto invariato fino ai giorni nostri. Ma dopo qualche centinaio di anni, questo video ci mostra la prima versione elettronica della Ghironda. E’ costituito da una combinazione di elementi meccanici, ottici ed elettronici e anche le sue sonorità sono moderne e strane, diverse dall’originale. Sviluppato dall’artista multimediale Derek Holzer, è stato presentata al festival di culture elettroniche Acces Festival di Pau, in Francia.