leggi e sentenze

Cosa stanno facendo le 250 società che gestiscono il diritto d’autore in Europa per velocizzare il passaggio alla musica digitale? Poco secondo Michel Barnier, commissario del mercato interno dell’Unione Europea.

E’ ora di uscire dai misteri e dall’insufficiente trasparenza che avvolge il settore royalties dovute ai titolari dei diritti. In particolare la Ue propone nuove regole con cui modernizzare le 250 società europee, tra cui la Siae italiana, che in Europa gestiscono complessivamente 6 o 7 miliardi di euro di proventi che arrivano dall’utilizzo della musica. Queste società dovrebbero occuparsi di distribuire agli artisti e agli editori i proventi dell’utilizzo delle loro opere in modo veloce e trasparente, ma dall’avvento della musica online poco è stato fatto sia per i titolari dei diritti che per ampliare l’offerta al pubblico. iTunes Store di Apple è in pratica l’unico negozio online disponibile in tutti i 27 Stati membri dell’UE. I troppi ostacoli burocratici frenano lo sviluppo di piattaforme concorrenti: questa è sicuramente una ragione per cui la musica online in Europa rappresenta solo il 19 per cento dei ricavi del settore musica contro il 49 per cento degli Stati Uniti.