Si intitola Inspiration: Tribute to Nat King Cole il nuovo album di George Benson, chitarrista e cantante statunitense 70enne che nella sua lunga carriera ha pubblicato 50 album in studio collezionato molti successi e vincendo anche una decina di Grammy Award tra musica jazz, pop e R&B.

Una serie di risultati importanti anche a livello di vendite conseguiti grazie ad uno stile chitarristico inconfondibile che partendo dalla tradizione della chitarra jazz di Wes Montgomery e Charlie Christian si è evoluto verso un suono e ad un lirismo più moderno, unito a qualità vocali ineccepibili.

Ma George Benson non è stato certo ispirato solo da chitarristi: ascoltando da bambino Nat King Cole, altro famosissimo cantante, pianista e compositore statunitense nato una trentina d’anni prima, Benson ha praticamente iniziato la sua carriera nel vero senso della parola, nel senso che a otto anni ha registrato una versione della canzone di Cole “Mona Lisa” che apre anche il nuovo album. Da qui l’idea di un album tributo a Nat King Cole, dove George Benson si fa accompagnare dai 42 elementi della Henry Mancini Institute Orchestra con gli arrangiamenti originali di Nelson Riddle a cui si uniscono ospiti come il grande trombettista Wynton Marsalis.