musica elettronica strumentazione dj

Stanchi della solita musica? C’è modo di superare i limiti della creatività umana. Come? Con un generatore di musica casuale automatico. Il nuovo progetto si chiama Wolfram Tones: ecco come funziona

Abbiamo già visto come la matematica possa nascondere insospettabili affinità con la musica e come fin dall’antichità, l’uomo sia stato attratto dal rapporto esistente tra i suoni e i concetti della scienza fisica e matematica. Ma Pitagora non poteva certo immaginare che i teoremi servissero a comporre musica.

Stephen Wolfram*, già autore del libro New Kind of Science e del popolare software Mathematica, questa volta si è inventato un generatore di musica casuale online automatico. Sul suo sito tones.wolfram infatti, oltre a esserci un semplice generatore di musica in diversi stili (rock, classica, jazz, ecc.) da ascoltare gratuitamente online o salvare sul computer, è possibile inviare le composizioni create anche al proprio cellulare perchè possano essere utilizzate come suonerie.

Se lo desiderate potete anche studiarvi la teoria matematica che sta alla base del progetto. Ma anche senza addentrarsi sulle questioni scientifiche o di carattere artistico filosofico circa il significato delle opere che usciranno dal vostro magico tocco, vi assicuriamo che è quantomeno curioso cliccare sul mouse e rimanere in attesa di ascoltare una musica unica, della quale poi si possono comunque decidere una gran quantità di parametri come tempo, velocità, strumenti da utilizzare ecc..

*Stephen Wolfram è nato in Inghilterra nel 1959. Ha studiato a Eton e Oxford, e ha preso il PhD in fisica teoretica a Caltech a 20 anni. I suoi primi lavori sono stati sulla fisica delle particelle, cosmologia e scienza dell’informazione. Wolfram ha cominciato i suoi lavori sulla complessità nel 1981. Nell’ ’86 ha fondato la Wolfram Research Inch. e ha iniziato lo sviluppo del famoso programma Mathematica, che dal 1988 è uno standard nel software computazionale.