Furti biciclette: prevenire e difendersi

Sempre più persone usano la bici per andare al lavoro o a scuola, ma come prevenire e difendersi dai furti di biciclette? Consigli e precauzioni da prendere nei parcheggi in città per non farsela rubare

I furti di biciclette sono un problema all’ordine del giorno in Italia ma ben presente in tutte le nazioni del mondo. A fronte di un incremento di tre volte in dieci anni di ciclisti che usano la bici quotidianamente per andare a lavorare, ogni anno sono un milione e duecentomila le bici rubate. Cosa fare per prevenire un furto, scoraggiare i ladri e non farsele rubare? In questo articolo vedremo alcuni consigli e precauzioni che è sempre bene osservare quando si parcheggia una bici incustodita in città.

I furti di biciclette riguardano l’intera collettività e non solo una scocciatura o un danno economico per i privati cittadini. Possono infatti scoraggiare le persone dall’utilizzare un mezzo ecologico positivo per salute, ambiente ed economia. Non esistono stime precise del fenomeno a livello globale perchè solo un quinto dei proprietari derubati denuncia la scomparsa del proprio mezzo alle forze dell’ordine. Il furto solitamente avviene in contesti pubblici incustoditi per lunghi periodi, nei pressi di scuole, università, supermercati e parcheggi di treni o metropolitane, o nei cortili interni dei palazzi.

Contro i ladri di biciclette le leggi esistenti non sono molto efficaci: i rischi sono bassi, la possibilità di essere presi in fragrante minime. C’è un mercato nero fiorente con ladri organizzati in bande e singoli che operano su commissione, nel caso di bici di lusso particolarmente costose. D’altronde i ciclisti non possono assicurare il proprio mezzo contro il furto e anche con una denuncia non è facile ritrovare la refurtiva che può comprendere anche accessori, caschi, ruote e pompe. L’unico modo per proteggersi sembra quindi quello di prevenire e difenders daii furti. Come fare?

Come prevenire furti di biciclette

Il furti di biciclette non sono solo a basso rischio per i ladri, ma anche semplici, dato che i proprietari legano spesso le bici in modo insicuro. La prima precauzione riguarda quindi i sistemi di bloccaggio. Oggi ne esistono di molto validi per difendersi dai ladri, o quantomeno per rendere loro la vita difficile. I sempre verdi catene e lucchetti lasciano il posto a blocchi a U, più costosi ma efficaci. Ciò che conta per aumentare la sicurezza è soprattutto la modalità con cui si lega una bicicletta. Gli esperti consigliano sempre di legare insieme telaio e ruota fissandoli ad un cancello robusto o ad un sostegno fisso.

La punzonatura del telaio può essere un deterrente per i ladri ed è un sistema per rintracciare la bicicletta rubata, oltre ovviamente all’inserimento di un ricevitori gps, per i più troppo costoso. Sarebbe anche opportuno fotografare la propria bici per potere facilitare il ritrovamento e dare alle forze dell’ordine tutti gli elementi per rintracciare la refurtiva. Altri suggerimenti contro i furti di biciclette sono elencati in questo video che è stato finanziato dal Programma europeo Gioventù in azione. E’ in rete da qualche anno ma se non l’avete ancora visto vale sempre la pena dargli una occhiata.

Bicicletta che non si può rubare

Evitare di farsi rubare la bicicletta non è semplcie se le statistiche dicono che nel mondo ne vengono rubate 15 milioni all’anno. Lucchetti e catene sempre più grandi, ingombranti e pesanti, bici attaccate a cancelli ad altezze improbabili, sembrano non impensierire i ladri. Ma se l’unica soluzione efficace fino ad oggi sembrava portarsela appresso ovunque, un nuovo sistema per risolvere il problema dei furti di bici una volta oggi esiste: si chiama Yerkabikes e arriva dal Cile. Non è un lucchetto, o qualcosa da applicare alla bici, ma è una bicicletta costruita appositamente per non potere essere rubata.

Il particolare telaio di questa bicicletta impossibile da rubare si può smontare in poche mosse, per essere assicurato ad un palo. Se un ladro tentasse di rubare la bici, segando il telaio, oltre a rovinare la bicicletta non potrebbe più utilizzarla per scappare e non risulterebbe certo invisibile ai passanti. Insomma una bel deterrente contro i furti. L’idea, avuta da tre studenti universitari, è talmente valida che gli inventori hanno trovato con facilità i finanziamenti necessari alla sua produzione sul sito di crowdfunding Indiegogo.

La bicicletta che risolve una volta per tutte il problema dei furti di biciclette è venduta online ad un prezzo di circa 500 dollari. Un costo non alto, tanto che fin dall’inizio è andata letteralmente a ruba. Tra le sue caratteristiche future anche la possibilità di sbloccare il sistema di fissaggio mediante una App sullo smartphone: cosa volere di più?