Il Fuorisalone di Milano è un appuntamento imperdibile nel mondo del design. Offre un’esperienza che va ben oltre la tradizionale fiera, un palcoscenico globale dove artisti, designer e appassionati si riuniscono per celebrare l’innovazione, l’estetica e la creatività

Il Fuorisalone di Milano è uno degli eventi più attesi e seguiti del mondo del design internazionale. Si svolge nelle stesse date del Salone del Mobile di Milano, coinvolgendo tutta la città con mostre, installazioni, workshop e incontri dedicati alla creatività e all’innovazione. Il vero cuore pulsante è la sua capacità di ispirare e sorprendere che lascia un segno nelle decine di migliaia di turisti e milanesi che vi partecipano.

Il Fuorisalone non è organizzato da un’unica entità, ma è il risultato della collaborazione tra centinaia di soggetti diversi come aziende, istituzioni, associazioni, studi, scuole e privati. E’ un’esperienza unica per i visitatori che desiderano immergersi nel mondo del design e dell’arte in un’atmosfera cosmopolita tra showroom, eventi speciali che lo rendono un vero paradiso per gli amanti della creatività e dell’estetica.

Indice

Cos’è il Fuorisalone di Milano?

Il Fuorisalone nasce negli anni Ottanta come una serie di eventi spontanei e autonomi organizzati da aziende e designer che operano nel campo dell’arredamento e del design industriale. L’obiettivo è andare oltre le fiere del mobile tradizionali, per creare occasioni di incontro, confronto e visibilità al di fuori degli spazi fieristici sfruttando il tessuto urbano e culturale di Milano. Fin dall’inizio l’evento è caratterizzato da una natura diffusa, informale e creativa, che lo rende unico nel suo genere.

Nel corso degli anni le date del Fuorisalone di Milano si arricchiscono di nuovi protagonisti, temi e formati, diventando una vetrina internazionale. Ogni edizione si articola in diverse aree della città, che ospitano mostre, installazioni, workshop, presentazioni, party e altre iniziative. Tra le aree più note e frequentate ci sono il centro storico, la zona Tortona, Brera, il Ventura Milano Design District, la Fabbrica del Vapore, la Triennale di Milano e altre zone emergenti.

Oggi il Fuorisalone di Milano rimane una manifestazione autonoma al Salone del Mobile di Milano, dove il design è protagonista. Dagli spazi della Fiera di Rho, dove si concentrano gli stand degli operatori fieristici del settore arredamento, l’attenzione si sposta ai tanti eventi gratuiti collaterali diffusi nella città e aperti a tutti. Per i visitatori è un modo nuovo per scoprire la metropoli lombarda ricca di sperimentazione e cultura.

Milano nel design week

Milano durante la settimana del Fuorisalone diventa il cuore pulsante del design internazionale. Oltre agli eventi ufficiali, i visitatori possono immergersi in un labirinto di luoghi sparsi per la città, dagli showroom delle grandi aziende ai piccoli atelier degli artisti emergenti. È un’opportunità unica per scoprire le ultime tendenze nel mondo del design, ma anche per esplorare quartieri meno noti e scoprire spazi creativi unici.

La natura decentralizzata del Fuorisalone è ciò che rende il design week così speciale. Mentre la fiera ufficiale si svolge nei padiglioni della Fiera di Rho, il Fuorisalone si estende per tutta la città, trasformandola in un laboratorio a cielo aperto dove è possibile scoprire le ultime innovazioni nel campo dell’arredamento, dell’illuminazione, dell’arte e del design. Installazioni artistiche e mostre temporanee trasformano la città in un museo a cielo aperto.

Nei vari distretti del design week non è certo raro trovare intere famiglie con bambini per una vera festa condivisa a tutti gli effetti che sfocia in notti di feste esclusive. Basti pensare che il pubblico supera i 400 mila visitatori e ogni anno l’evento attrae sempre più persone uscendo dalla fiera per coinvolgere musei, locali, palazzi storici ma anche officine e laboratori di ogni genere a Milano e nell’hinterland.

Come partecipare al Fuorisalone

Il Fuorisalone va ben oltre le 2000 aziende qualificate a livello mondiale che presentano le ultime novità tra innovazione e tradizione nel mondo dell’arredamento e del progetto. Uno dei punti di forza sono gli eventi collaterali gratuiti o ad invito organizzati da designer, architetti e brand di tutto il mondo. Gli eventi interessanti e da non perdere sono davvero tanti, alcuni ad inviti, ma altri aperti a tutti e si possono trovare sul sito ufficiale.

Tra cene riservate, aperitivi e inaugurazioni si possono incontrare architetti e creativi e tanti semplici curiosi e giovani appassionati di tendenze, moda e arredamento provenienti da tutto il mondo. L’atmosfera che si respira in città durante questa settimana è unica nel suo genere. Milano si anima di visitatori provenienti da tutto il mondo, creando un mix esplosivo di culture, idee e stili che rendono la città ancora più affascinante e vibrante.

Creatività e innovazione sono un binomio vincente che si espande nei settori vicini a design, arte e architettura. Anche le grandi firme della moda non mancano all’evento, un’occasione per visitare spazi inediti e boutique di lusso nelle zone storiche più glamour di Milano arredate con pezzi di design eleganti, funzionali e particolari. Ma tante idee riguardano lo stile di vita nel suo complesso tra tecnologia, musica e moda, per finire al food.

Le zone del Fuorisalone

Durante il Fuorisalone Milano è un vero e proprio labirinto di eventi e installazioni, distribuiti in diverse zone della città. Ogni area ha il suo carattere distintivo e offre una varietà di esperienze uniche per i visitatori. Dal centro fino alle periferie senza soluzione di continuità, sono diverse le aree tematiche e geografiche dell’evento e ogni anno cambiano in base alle proposte degli organizzatori. Tra le aree più consolidate ci sono:

Brera E’ uno dei quartieri più rinomati di Milano, noto per le sue strette strade acciottolate e i suoi edifici storici. Durante la Design Week, Brera diventa il centro nevralgico del Fuorisalone, ospitando numerosi showroom, gallerie d’arte e spazi espositivi. Qui è possibile scoprire le ultime tendenze nel design e ammirare opere d’arte contemporanea in un ambiente suggestivo e raffinato

Tortona Quartiere famoso per la sua animata vita notturna e la sua atmosfera underground. Durante il Fuorisalone, Tortona si trasforma in un vero e proprio hub creativo, con loft e capannoni industriali trasformati in spazi espositivi e showroom. Qui è possibile scoprire le ultime novità nel campo del design e partecipare a eventi e performance uniche nel loro genere

Durini Situato nel cuore della città, questo quartiere è rinomato per la sua concentrazione di showroom di design e di negozi di arredamento di alta gamma. Durante la Design Week, Durini diventa un polo attrattivo per i professionisti del settore e gli appassionati di design, offrendo un’ampia gamma di eventi e installazioni

Isola Un quartiere in rapida trasformazione, caratterizzato da un mix di vecchie fabbriche e nuovi loft residenziali. Durante il Fuorisalone, Isola si anima di eventi e installazioni che celebrano la creatività e l’innovazione nel design. Qui è possibile scoprire progetti innovativi e incontrare designer e artisti provenienti da tutto il mondo.

5vie Il cuore antico di Milano si anima con eventi che uniscono la progettazione all’arte, alla storia e alla cultura del territorio. E’ un distretto del design milanese che propone un mix e incontro di storia, arte, cultura.

Altre location del design week

Il Fuorisalone è un evento che racconta la storia del design, ma anche la storia di Milano e della sua trasformazione. Non coinvolge non solo gli addetti ai lavori, ma anche il pubblico generico, che può scoprire le novità e le tendenze del design in una cornice urbana stimolante e sorprendente. L’evento ha saputo mantenere la sua identità originaria spontanea e collettiva, pur diventando un punto di riferimento a livello mondiale per tutto il settore.

In un continuo divenire di nuove realtà, oltre alle aree più famose e alla moda, si può trovare qualcosa di molto interessante in molte altre location sparse per la città che ospitano eventi interessanti e imperdibili. Ad esempio la zona di Porta Venezia, seguita dalle zona Sarpi e la Triennale di Milano come centro dell’architettura e dell’arte che da sempre svolge un ruolo importante nell’ambito del design.

E’ d’obbligo segnalare anche lo Spazio Base ricavato all’interno dell’area ex Ansaldo in zona Tortona, mentre la Fabbrica del Vapore è candidata a diventare uno dei principali poli della cultura di una Milano giovane e dinamica. Se creatività e innovazione sono la cifra stilistica più importante della metropoli, impossibile non citare gli spazi della Fondazione Prada con la torre bianca di Rem Koolhaas. Un esempio di come il design possa trasformare una zona semi periferica di Milano in uno dei maggiori centri d’arte contemporanea mondiale.


Articolo precedenteFiere del mobile italiane e più importanti
Articolo successivoSurf windsurf kitesurf: origini e tecniche
Autore: Redazione
Da due decenni esploriamo idee che dalla musica coinvolgono cultura, società e lifestyle. Scrivendo di passioni, tecnologia, mercato, economia e benessere, trattiamo alcuni temi anche per stimolare riflessioni che promuovano uno stile di vita più armonioso e consapevole. Le nostre pubblicazioni hanno raggiunto milioni di lettori.