fuorisalone in statale

Il Fuorisalone di Milano è un evento che si svolge in concomitanza del Salone del Mobile di Milano che vede il design come vero protagonista. Dagli spazi della Fiera di Rho, dove si concentrano gli stand degli operatori del settore arredamento, l’attenzione si sposta quindi ai tanti eventi gratis collaterali diffusi nella città e aperti a tutti. Anche la moda firmata non può mancare all’evento, un’occasione per visitare spazi inediti e boutique di lusso nelle zone storiche più glamour di Milano arredate con pezzi di design eleganti, funzionali e particolari.

Il Fuorisalone di Milano è diventato da molti anni una occasione per visitare nuovi spazi e location che la metropoli lombarda offre alla sperimentazione e alla cultura tout court. Dal centro fino alle periferie senza soluzione di continuità, la Milano Design Week è un luogo privilegiato di eventi gratis da non perdere. Vi partecipano architetti e creativi in generale, ma anche semplici curiosi e giovani appassionati di tendenze, moda e arredamento provenienti da tutto il mondo.

Fuorisalone cosa vedere

Nel Fuorisalone di Milano ci sono centinaia di eventi organizzati da aziende piccole e grandi. Nei vari distretti non è certo raro trovare intere famiglie con bambini per una vera festa condivisa a tutti gli effetti che sfocia in notti di feste esclusive. Basti pensare che il pubblico supera i 400 mila visitatori e ogni anno l’evento attrae sempre più persone uscendo dalla fiera per coinvolgere musei, locali, palazzi storici ma anche officine e laboratori di ogni genere a Milano e nell’hinterland.

Se il Salone del mobile è dedicato agli addetti ai lavori e alle oltre 2000 aziende qualificate a livello mondiale che presentano le ultime novità tra innovazione e tradizione nel mondo dell’arredo e del progetto, il Fuorisalone di Milano offre cose da vedere e fare ad un pubblico molto più vasto di giovani e meno giovani che arrivano da ogni parte del mondo muovendo un indotto per centinaia di migliaia di euro tra ricettività, turismo e shopping.

Creatività e innovazione sono un binomio vincente che si espande nei settori vicini a design, arte e architettura. Ma tante idee riguardano lo stile di vita nel suo complesso tra tecnologia, musica, moda per finire al food. Gli eventi interessanti e da non perdere sono molti. Alcuni sono esclusivi ma tanti altri sono aperti a tutti. Per inaugurazioni, feste e aperitivi vari è meglio organizzarsi prima, magari prenotandosi.

Zone Fuorisalone di Milano

Lo spirito del Fuorisalone è anche quello della sostenibilità. Aree industriali recuperate, capannoni e luoghi insoliti diventano quindi i veri protagonisti di appuntamenti glamour capaci di valorizzare il patrimonio storico di Milano. Meglio dedicare ogni giorno ad una delle zone che ogni anno sembrano presentare le idee migliori. I distretti più coinvolgenti e ricchi di proposte e contaminazioni culturali sono i seguenti.

Ventura Lambrate Sempre più ricca di stimoli e di elementi di innovazione che si trasformano continuamente sotto la guida di designer emergenti. Questa zona nel nord-est di Milano si qualifica come tra i luoghi maggiormente gettonati dagli amanti del post-industriale. Brera Design District Centro storico di Milano si anima con l’apertura di palazzi storici, gallerie d’arte, negozi definiti come ‘design stores’ senza dimenticare l’Accademia di Brera e l’Orto Botanico

Tortona Design Week è una zona particolarmente interessante per gli spazi ex industriali a cui si affiancano le moderne architetture del Mudec- Museo delle Culture e Armani Silos. Isola Design District Bosco Verticale, Unicredit Tower and Pavilion fanno da sfondo ad una nuova zona che negli ultimi ani ha saputo concentrare su di sè l’attenzione delle maggiori realtà produttive del mondo. Zona Sant’Ambrogio Un distretto del design milanese in un mix e incontro di storia, arte, cultura

Nuove location alla moda

Il Fuorisalone anno dopo anno è un continuo divenire di nuove realtà. Le zone più frequentate lasciano sapzio anche a nuove location. Poli altrettanto stimolanti sono quelli di Porta Venezia, seguito da Sarpi Bridge e il cosiddetto distretto delle 5vie. Impossibile dimenticare naturalmente la Triennale di Milano come centro dell’architettura e dell’arte di Milano che da sempre svolge un ruolo importante nell’ambito del design.

E’ d’obbligo segnalare anche lo Spazio Base un luogo di recente inaugurazione ricavato all’interno dell’area ex Ansaldo in zona Tortona, mentre la Fabbrica del Vapore è candidata a diventare uno dei principali poli della cultura di una Milano giovane e dinamica. E se creatività e innovazione sono la cifra stilistica più importante della metropoli, impossibile non citare gli spazi della Fondazione Prada con la torre bianca di Rem Koolhaas. Un esempio di come il design possa trasformare una ex distilleria in uno dei maggiori centri d’arte contemporanea mondiale.