Franco Cerri compie 90 anni festeggiato sul palco con la sua mitica chitarra Gibson L5, fidata compagna di viaggio protagonista di jam e collaborazioni con i più famosi musicisti della storia del jazz

Franco Cerri non è solo uno dei chitarristi e musicisti migliori che la musica italiana abbia avuto tra le sue fila. Chi lo ha incontrato sarà rimasto sicuramente affascinato dai suoi modi gentili e dalla sua discreta eleganza. In effetti lui è davvero, come si legge nella biografia, un ‘uomo pensoso e discreto’. Ma se poi provate a parlarci di musica o avete avuto come me la fortuna e il privilegio di essere stato un suo allievo e di averci suonato, capite che dietro quel suo essere un gentile signore milanese classe 1926, c’è una luce che è energia pura, un desiderio rimasto intatto negli anni di inseguire sogni e progetti.

Stiamo sicuramente parlando di un’altra era, musicale e non solo. Franco Cerri ha vissuto l’infanzia e si è formato umanamente e artisticamente in un momento storico difficilissimo dove l’estrema povertà diffusa scatenata dalla guerra potevano schiacciarti ma anche procurarti inaspettate avventure. Servivano passione, voglia di riscatto, volontà e talento. D’altronde non si arriva a suonare per caso con i migliori jazzisti americani di sempre, nè a collaborare con tutti i grandi musicisti e cantanti italiani come ospite o protagonista delle più seguite trasmissioni televisive Rai.

Fulvio Binetti con Franco Cerri
Fulvio Binetti (direttore Bintmusic) con Franco Cerri

Le biografie descrivono Franco Cerri non solo come il chitarrista italiano più popolare e autorevole, ma anche come una delle figure più importanti del mondo jazzistico europeo dal punto di vista stilistico. Tra i tanti musicisti jazz con cui Franco ha avuto la fortuna di suonare ci sono il chitarrista Django Reinhardt, la sua prima vera fonte di ispirazione, poi tra gli altri chitarristi Jimmy Raney e Barney Kessel. Ma tra gli altri grandi maestri del jazz internazionale con cui ha collaborato ci sono Chet Baker, Gerry Mulligan, Billie Holiday, Lee Konitz, Dizzy Gillespie, Jean Luc Ponty, Phil Woods, Stephane Grappelli, solo per citare alcuni tra i tanti nomi.

Insomma, se parlando con Franco Cerri si perdono i contorni del tempo, vederlo abbracciare la sua chitarra Gibson L5 e sentirlo suonare è davvero come leggere una bella storia d’amore. C’è un sito che parla di lui: oltre alla biografia e alla discografia completa, si possono ascoltare anche mp3 di suoi brani. Ma l’appuntamento per gli appassionati è stato al Teatro dal Verme di Milano, dove ha festeggiato 90 anni di jazz e passione insieme a tantissimi amici ed estimatori.