lettori mp3 e formati audio

I formati audio sono creati per ascoltare musica su computer. Questi file possono essere memorizzati compressi per ridurre le dimensioni a seconda che si dia la priorità alla qualità della musica o allo spazio di archiviazione su hard disk o cd

Fondamentalmente ci sono tre tipi di formati audio: non compressi (WAV, AIFF, AU, PCM); formati di compressione lossless (FLAC, Monkey’s Audio – nome del file di estensione APE, WavPack – nome del file di estensione WV, Shorten, Tom’s Lossless Audio Kompressor (TAK), TTA, ATRAC Advanced Lossless, Apple Lossless, MPEG-4 SLS, MPEG, MPEG-4, Windows Media Audio Lossless (WMA Lossless); formati di compressione lossy: MP3, Vorbis, Musepack, AAC, ATRAC e lossy Windows Media Audio (WMA).

File Audio non compressi
PCM di solito è memorizzato come .wav su Windows o come. Aiff su Mac OS. WAV e AIFF sono formati di file flessibili progettati per memorizzare più o meno qualsiasi combinazione di velocità di campionamento e bitrate e vengono usati per l’archiviazione di registrazioni originali. AU invece è un formato introdotte dalla Sun Microsystems sulle prime pagine web codificatO a un tasso di campione di 8.000 Hz.

File Audio compressi “lossless”
FLAC, WavPack, Monkey’s Audio, ALAC sono formati compressi ma che non provocano perdita di dati. Richiedono più tempo di elaborazione di un formato non compresso, ma sono più efficienti in termini di utilizzo di spazio con un rapporto di compressione di circa 2:1. Il loro sviluppo mira rendere la compressione più veloce.

File Audio compressi “lossy”
Un metodo di compressione lossy è quella in cui il processo di compressione dei dati e quindi la successiva decompressione provoca una perdita di dati ma è Comunque sufficientemente valido per l’ascolto, nel caso di file audio o la visione per i file video. Tra questi formati ci sono il popolare MP3, l’ogg della Vorbis, l’ MPC o Musepack. Vengono utilizzati per il download e l’archiviazione di musica perchè si basano su un algoritmi che eliminano porzioni del file audio non sono udibili, riducendo a circa un decimo la dimensione degli originali pur mantenendo una buona qualità audio