Ragazza tiene moneta per guardare la finanza

La finanza comportamentale è sempre più importante in ambito economico. Dalla psicologia dei piccoli investitori all’analisi del flusso di dati online dei grandi gestori patrimoniali, come cercare di fare soldi e non perderli

La finanza comportamentale è sempre più importante per chi si occupa di investimenti e gestione del risparmio. Capire e anticipare le tendenze e gli umori della società può servire ai piccoli investitori o valere centinaia di milioni o miliardi per chi gestisce i fondi. In questo caso si tratta di analizzare il comportamento dei navigatori sul web per capire l’evoluzione della società e scoprire nuove tendenze in ambito finanziario.

La finanza comportamentale è stata considerata anche da alcuni premi Nobel per l’economia come Daniel Kahneman e Richard Thaler. Successivamente si è molto sviluppata dall’arrivo di internet, onnipresente e sempre più importante nella società a tutti i livelli, dal tempo libero fino all’informazione e allo shopping. Online si giocano e si vincono le competizioni elettorali, mentre i comportamenti dei navigatori sul web svelano i gusti personali permettendo alle aziende di fare marketing in modo mirato. L’analisi dei dati è sempre più utilizzata anche dai grandi investitori mondiali speculativi che compiono operazioni molto rischiose utilizzando sofisticati strumenti che operano in tempo reale. Ovviamente non è tutto così semplice, ci sono molte varianti psicologiche umane che entrano in gioco e che sfuggono agli algoritmi.

Comprendere la finanza comportamentale però non è utile solo ai grandi investitori, ma può aiutare anche chi gioca in borsa da solo. Lo scopo è mettere maggiore razionalità nelle decisioni in ambito finanziario per ridurre le perdite con una appropriata strategia di gestione patrimoniale.

Psicologia finanza comportamentale

Il mondo della finanza infatti è fortemente influenzato da aspetti psicologici oltre che dai dati reali. Ci sono molte ricerche che sottolineano come l’investitore medio prenda decisioni economiche in preda all’emozione o al panico, piuttosto che basandosi sulla logica. E’ tipica degli investitori una reazione eccessiva dopo un annuncio negativo del mercato, o viceversa troppa euforia che spinge a copiare grandi gruppi. Tutti comportamenti che spiegano le bolle che puntualmente si sono verificate nel corso della storia nei mercati azionari.

Situazione economica e propensione all’investimento delle persone e degli operatori finanziari sono fortemente condizionati dall’umore generale. Per questo ci sono società come MarketPsych che hanno sviluppato software in grado di analizzare i sentimenti del mercato. Partendo dall’analisi quotidiana di milioni di articoli di giornali, blog e messaggi su Twitter o Facebook, possono rilevare in tempo reale ottimismo e pessimismo, incertezza, sorpresa, innovazione, corruzione e altri centinaia di stati emozionali.

Cosa serve la finanza comportamentale

La finanza comportamentale è un settore molto ampio che riunisce specialisti in psicologia della personalità sociale, cognitiva e clinica, ma anche studiosi di sociologia e antropologia. Oltre ai grandi gestori di portafoglio speculativi, le implicazioni comportamentali possono riguardare singoli individui, oppure istituzioni finanziarie, aziende pubbliche e private, piuttosto che operatori di marketing.

Nella finanza personale cosa serve anticipare i comportamenti? Chi vuole investire soldi autonomamente deve seguire alcune regole e conoscere perfettamente gli strumenti del mercato. Un buon investitore è pronto ad affrontare buoni e cattivi risultati diversificando gli investimenti. Avere consapevolezza dei propri comportamenti, prevenirli e imparare dagli errori è fondamentale, ma tutto ciò può non bastare. Le decisioni migliori in campo economico sono libere dalle emozioni.