film di animazione

Si apre la stagione dei nuovi film di animazione al cinema per grandi e bambini. Sequel e personaggi inediti pronti al successo planetario e alla conquista del botteghino: cosa vedremo nelle sale prossimamente

A giudicare dalle locandine la programmazione di nuovi cartoni freme e si moltiplica. Del resto il mercato dei grandi numeri lo richiede e non si limita più al solo periodo natalizio. Basti pensare che il solo Inside Out prodotto dalla Pixar che ha vinto l’Oscar 2016 come migliore film di animazione ha incassato circa 900 milioni di dollari superando lo stop motion di Anomalisa e il mondo descritto con i semplici disegni nel film brasiliano Il bambino che scoprì il mondo. A concorrere per la statuina c’era anche la divertente produzione britannica di Shaun, vita da pecora e Quando c’era Marnie prodotto dallo Studio Ghibli capace di raggiungere alti livelli tecnici e di coinvolgimento emotivo.

D’altronde, anche per chi ha occhio e cuore sui vecchi cartoni animati Disney, è impossibile rimanere impassibili guardando i nuovi film di animazione al cinema, fosse solo per l’enorme lavoro di qualità che comprende molte figure e professionalità e che può durare anche molti anni. Si parte dalla scrittura della sceneggiatura che si traducono in immagini poi animate con l’aiuto dei computer, per arrivare alla musica passando dal piano dei significati profondi capaci di coinvolgere grandi e piccoli. Insomma non ci sono dubbi, i cartoon vincono su tutta la linea, sia che si tratti di divertimento, emozioni o mercato.

Solo per farsi un’idea degli incassi in Italia ‘Inside Out’ e ‘Minions’ hanno raggiunto i 50 milioni di euro mentre nella home video Frozen domina con 20 milioni di dvd venduti. E non solo, d’obbligo è citare l’ultimo successo de ‘Il Piccolo Principe’ che ha portato in sala più di un milione e mezzo di spettatori. La fortunata serie Kung Fu Panda firmata Dreamworks in Italia ha già incassato 30 milioni di euro e le previsioni fanno ben sperare per l’ormai prossimo futuro con la terza serie in arrivo sui grandi schermi.

Sequel film di animazione

Se parliamo di grandi produzioni americane la Pixar non si fa attendere con il sequel del film animazione de Alla ricerca di Nemo uscito nel 2003 e coronato da un successo da Oscar. Il video trailer di Alla ricerca di Dory che esce dopo l’estate lo potete vedere sotto: l’amica smemorata del pesciolino Nemo diventa protagonista e si lancia alla disperata ricerca dei genitori. Ce la farà? Per scoprirlo bisogna andare al cinema e viaggiare con Dory nell’oceano.

Un altro film di enorme successo arrivato alla suo quinto episodio confezionato negli studi di Hollywood è L’era Glaciale, rotta di collisione appena arrivato nei cinema mentre prossimamente si prepara anche il grande ritorno al cinema di Frozen 2 e Cars 3 insieme a nuove produzioni legate al mondo animale come Pets, Vita da animali e Sing.

Film di animazione italiani ed europei

Per chi cerca qualcosa di più originale lontano da un certo genere di stereotipi americani e giapponesi, si fanno strada nuove produzioni animate europee come ad esempio la scuola irlandese del film Song of the sea insieme a quella belga di Robinson Crusoe sono solo alcuni esempi di film di animazione in arrivo prossimamente nelle sale di cui potete veder i video trailer qui sotto.

E per quanto riguarda le produzioni italiane Gertie Iqbal: bambini senza paura è una produzione Italiana e Francese del 2015, mentre il regista Enzo D’Alò autore della Gabbianella firma Pipì Pupù Rosmarina e il mistero delle note rapite, un lungometraggio del 2015 costruito sugli episodi di una serie televisiva già programmata in televisione. E cosa dire di Francesco tra terra e cielo, film di animazione dedicato alla storia di San Francesco d’Assisi diretto da Maurizio Nichetti?

Una menzione merita sicuramente anche il film la Famosa invasione degli orsi in Sicilia del regista e fumettista Lorenzo Mattotti tratto dal romanzo per bambini di Buzzati. Insomma anche in Italia le idee non mancano. Forse servirebbero maggiori investimenti per competere con le mega produzioni americane e riuscire ad esportare i film di animazione made in Italy. Magari con qualche effetto speciale in meno ma qualche idea in più…